matite colorate

Caro scuola, i costi di quest'anno

Si torna a scuola. Si torna al caro scuola. Più 1,3% le spese per il corredo scolastico quest’anno secondo la tradizionale analisi di Federconsumatori, che stima una spesa di 547 euro e più per ogni studente per i costi del materiale scolastico, fra zaini astucci diari e libri.

Come da tradizione pesa anche il costo dei libri di testo, specialmente per le classi prime. Fra libri e dizionari, secondo Federconsumatori servono quasi 430 euro per la prima media e quasi 670 euro per una prima classe di liceo.

Il caro scuola di quest’anno si aggrava poi, dice l’associazione, con le spese per il trasporto. Se infatti si sceglie di andare a scuola con l’auto privata, anche per le incertezze sul fronte trasporti in pandemia, bisogna mettere un conto (per un tragitto da 5 a 10 km giornalieri) una spesa che si aggira sui 300 euro l’anno per il diesel e sui 330 per l’auto a benzina.

Caro scuola, la spesa di quest’anno

Il corredo scolastico è già comparso sugli scaffali di supermercati e cartolibrerie. Saranno come al solito spese onerose per le famiglie, fra zaini, astucci, diari, quaderni e libri.

«Dal consueto monitoraggio effettuato dall’O.N.F. – Osservatorio Nazionale Federconsumatori i costi del materiale scolastico registrano un aumento del +1,3% rispetto al 2020. Complessivamente la spesa per il corredo scolastico (più i “ricambi”) ammonterà quest’anno a circa 547,81 euro – dice l’associazione – Una voce di spesa estremamente onerosa per le famiglie, specialmente in una fase delicata e contrassegnata da una forte difficoltà sul piano economico come quella che stiamo vivendo».

 

ritorno a scuola

 

Le voci del caro scuola: il corredo scolastico

Per gli astucci c’è una grande varietà di scelta cui corrisponde anche una certa varietà di prezzi: si va da circa una decina d’euro, per la semplice custodia, all’astuccio completo di tutto che sfiora i 30 euro (anche se alcuni prezzi sembrano in calo).

Il diario dei cartoni va dai 12 ai 16 euro. Per uno zaino con i personaggi dei cartoon i prezzi variano da 58 a 62 euro, se in formato trolley sono superiori e oscillano fra 80 e 87 euro. Lo zaino di marca in trolley costa quasi 110 euro. Per uno zaino dell’asilo si spendono circa 27 euro.

Una confezione di matite colorate da 12 costa in media 7,60 euro al supermercato e quasi 9 euro in cartolibreria. Il quadernone varia da 2,40 a 2,80 euro. Il quaderno da 1 a 1,45 euro.

 

I libri del primo anno

I costi dei libri risultano in calo rispetto allo scorso anno. Sono comunque pesanti. Nel 2021, dice Federconsumatori, in media per i libri e due dizionari servono oltre 472 euro a studente (meno 1,1% rispetto al 2020, calcolo effettuato prendendo in considerazione le diverse classi delle scuole medie inferiori, licei ed istituti tecnici). Questi i costi relativi ai libri nuovi. Acquistando i libri usati, invece, si risparmia oltre il 30%.

Le spese sono particolarmente alte per gli alunni delle classi prime, anche se in questo caso meno onerose rispetto al 2020. Federconsumatori stima che «uno studente di prima media spenderà mediamente per i libri di testo + 2 dizionari 429,30 € ( -3,1% rispetto allo scorso anno). A tali spese vanno aggiunti + 547,81 € per il corredo scolastico ed i ricambi durante l’intero anno, per un totale di 977,11 €».

Considerevole anche la spesa di una prima liceo.

«Un ragazzo di primo liceo spenderà per i libri di testo + 4 dizionari 668,20 € (-1,3% rispetto allo scorso anno) + 547,81 € per il corredo scolastico ed i ricambi, per un totale di ben 1.216,01 €».

 

caro scuola federconsumatori
I costi della tecnologia, Federconsumatori 2021

 

Caro scuola, quando serve la tecnologia

L’associazione stima poi i costi della dotazione tecnologica e di internet. Dal monitoraggio emerge che «tra computer, webcam, microfono, antivirus, programmi base una famiglia spende da 374,97 € a 3.952,98 € (considerando per antivirus, programmi i costi su base annua). A questo va aggiunta la spesa per la connessione a internet».

Costi così elevati, sottolinea l’associazione, incidono significativamente sul diritto allo studio dei ragazzi, come è accaduto anche durante il lockdown e la didattica a distanza per gli studenti che non avevano la tecnologia e la connessione necessarie per seguire le lezioni.

Per aiutare le famiglie ad affrontare queste spese e il relativo caro scuola, ricorda Federconsumatori, esistono diverse misure, a livello regionale, che prevedono buoni, agevolazioni o gratuità dei testi scolastici per le famiglie con basso reddito. «Misure ancora non sufficienti a dare un aiuto concreto alle famiglie in difficoltà, specialmente alla luce della grave situazione economica causata della pandemia – dice l’associazione – In tal senso dal 1° luglio 2021 è stato introdotto l’assegno temporaneo di 167,50 € (217,80 € in caso di nuclei numerosi) – in attesa dell’attuazione dell’assegno unico – per i figli minori di 18 anni a favore delle famiglie con ISEE fino a 7.000 € e a scalare fino a 50.000 €».

Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

Parliamone ;-)