Anche  quest’anno sono iniziati i test Invalsi accompagnati dalle consuete polemiche. Secondo la Federconsumatori i test somministrati in questi giorni agli studenti di diversi istituti di scuole elementari e medie rischiano di trasformarsi in momenti di pesante discriminazione nei confronti degli allievi con bisogni educativi speciali. L’Associazione si dice preoccupata e condivide i dubbi sollevati dalla comunità scientifica che si è ripetutamente schierata contro l’utilizzo dei test come strumenti di misurazione della qualità del sistema di istruzione. Allo stesso tempo Federconsumatori è preoccupata per le pressioni che gravano sui ragazzi, sottoposti ad un notevole stress e chiede al Ministro Carrozza di accantonare la somministrazione dei testi invalsi e che la scuola recuperi il suo vero ruolo, scegliendo misuratori diversi della propria efficienza nel rispetto di tutti gli alunni. 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Marco Fratoddi, giornalista professionista e formatore, insegna Scrittura giornalistica al Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Cassino dove ha centrato il proprio corso sulla semiotica della notizia ambientale e le applicazioni giornalistiche dei nuovi media. È direttore responsabile del periodico culturale "Sapereambiente", ha contribuito a fondare la “Federazione italiana media ambientali” di cui è divenuto segretario generale nel 2014. Collabora con il Movimento difesa del cittadino come caporedattore del progetto "Io scrivo originale" per l'educazione alla legalità nelle scuole della Campania, partecipa come direttore artistico all'organizzazione del Festival della virtù civica di Casale Monferrato (Al). E' stato Direttore editoriale dell’Istituto per l’ambiente e l’educazione Scholé futuro-Weec network di Torino, ha diretto dal 2005 all’ottobre 2016 “La Nuova Ecologia”, il mensile di Legambiente, dove si è occupato a lungo di educazione ambientale e associazionismo di bambini. Fa parte di “Stati generali dell’innovazione” dove segue in particolare le tematiche ambientali e le attività di comunicazione. Fra le sue pubblicazioni: Salto di medium. Dinamiche della comunicazione urbana nella tarda modernità (in “L’arte dello spettatore”, Franco Angeli, 2008), Bolletta zero (Editori riuniti, 2012), A-Ambiente (in Alfabeto Grillo, Mimesis, 2014).

Parliamone ;-)