Legalità, migrazioni, volontariato, scuola, salvaguardia del patrimonio agricolo, storico e culturale del territorio, pari opportunità e non discriminazione, cyberbullismo, sostenibilità, prevenzione delle dipendenze: sono alcune delle tematiche oggetto dei 20 progetti finanziati attraverso il recente bando del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca per favorire il volontariato a scuola. Tutti i progetti saranno realizzati dagli istituti vincitori in collaborazione con organizzazioni di volontariato e di terzo settore e con i Centri di servizio per il Volontariato.

Il bando si intitolava “Laboratori di cittadinanza democratica condivisa e partecipata: educazione al volontariato sociale e alla legalità corresponsabile”, ed era il frutto di un Protocollo d’Intesa tra il sottosegretario al Lavoro e alle Politiche sociali Luigi Bobba e il ministro dell’Istruzione Stefania Giannini. Le iniziative interessano 12 regioni, Veneto, Lombardia, Piemonte, Liguria, Emilia-Romagna, Toscana, Abruzzo, Lazio, Campania, Puglia, Calabria, Sicilia, per un totale di 470.244,69 euro a disposizione.

Viene così premiata l’esperienza dei Centri di servizio nella promozione del volontariato all’interno delle scuole. Infatti, secondo l’ultimo report annuale, sono ben 66 su 71 i CSV-Centri di servizio per il Volontariato che realizzano ogni anno iniziative rivolte agli studenti, con varie metodologie, e sono circa 1.600 le scuole partecipanti in tutta Italia; tra queste vi sono 42 università, con quasi 160 mila studenti e 4.000 docenti coinvolti.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)