Già dal primo agosto le aziende agricole che hanno subito gravi danni a causa del terremoto che ha colpito l’Emilia Romagna, il Veneto e la Lombardia, riceveranno 40 milioni di euro come anticipo sui pagamenti della Politica agricola comune. In condizioni normali questi soldi sarebbero stati erogati solo a partire dal primo dicembre 2012. A prendere la decisione è stato il Comitato di gestione dei pagamenti diretti della Commissione europea, che si è riunito ieri a Bruxelles.
La Commissione europea ha dato un riscontro positivo alle nostre richieste in favore delle aziende agricole che hanno subito gravi danni a causa dei fenomeni sismici avvenuti nei mesi scorsi – fa sapere il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Mario Catania – A partire dal prossimo mese, infatti, agli Organismi pagatori delle Regioni interessate sarà consentito di erogare 40 milioni di euro come anticipo sui pagamenti PAC 2012.  Questo anticipo – spiega Catania – rientra all’interno delle iniziative assunte dal Governo per far fronte alle difficoltà causate dai recenti fenomeni sismici. A beneficiare di questo intervento sono gli agricoltori che hanno le proprie aziende nei Comuni colpiti dal sisma e anche gli allevatori che, sebbene non ricadenti in questi Comuni, consegnano il latte ai primi acquirenti che hanno avuto danneggiato la struttura di conferimento. Sono certo – conclude il Ministro – che le risorse messe a disposizione saranno utili per questo tessuto economico che, anche di fronte a simili calamità, si è dimostrato dinamico e fortemente motivato a riprendere l’attività produttiva”.
 


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)