immagine onu violenza contro donne

Violence against women. Fonte: UN Women

Secondo un’indagine dell’Agenzia per i diritti fondamentali del 2014, una donna su tre nell’UE ha subito violenze fisiche e/o sessuali dall’età di 15 anni. Il 55% delle donne ha subito una o più forme di molestie sessuali (l’11% è stato sottoposto a molestie informatiche). Una su venti è stata stuprata.

Per porre fine alla violenza contro le donne, i deputati chiedono a tutti gli Stati membri di aderire alla Convenzione di Istanbul e di ratificarla. Alla ratifica devono seguire norme globali e giuridicamente vincolanti per prevenire la violenza di genere, proteggere le vittime e punire i responsabili.

Sebbene l’UE abbia firmato la Convenzione il 13 giugno 2017, sette Stati membri non l’hanno ancora ratificata: Bulgaria, Repubblica ceca, Ungheria, Lituania, Lettonia, Slovacchia, Lettonia, Slovacchia e Regno Unito.

 

scarpe rosse simbolo violenza contro le donne
Convenzione di Istanbul per l’eliminazione della violenza contro le donne

La risoluzione del Parlamento UE

Nella risoluzione non legislativa, adottata oggi con 500 voti favorevoli, 91 contrari e 50 astensioni, si invita il Consiglio a concludere con urgenza la ratifica da parte dell’UE della Convenzione e si esortano i sette Stati membri che l’hanno firmata, ma non ancora ratificata, a farlo senza indugio.

I deputati chiedono inoltre alla Commissione di aggiungere la lotta alla violenza di genere come priorità nella prossima strategia europea sul genere e di presentare un atto giuridico che affronti tutte le forme di violenza di genere, comprese le molestie online e la violenza informatica. Chiedono infine che la violenza contro le donne sia inclusa nel catalogo dei reati riconosciuti dall’UE.

Tutti gli Stati membri dovrebbero garantire che la Convenzione sia attuata e applicata correttamente, assegnando finanziamenti adeguati e risorse umane ai servizi predisposti. È particolarmente essenziale fornire una formazione adeguata a tutti i professionisti che si occupano delle vittime (magistrati, medici, funzionari di polizia).

Il PE ribadisce la sua posizione a favore di uno stanziamento specifico di 193,6 milioni di euro per azioni di prevenzione e lotta alla violenza di genere nell’ambito del programma Diritti e Valori.

 

Scrive per noi

Elena Leoparco
Elena Leoparco
Non sono una nativa digitale ma ho imparato in fretta. Social e tendenze online non smettono mai di stuzzicare la mia curiosità, con un occhio sempre vigile su rischi e pericoli che possono nascondersi nella rete. Una laurea in comunicazione e una in cooperazione internazionale sono la base della mia formazione. Help Consumatori è "casa mia" fin dal praticantato da giornalista, iniziato nel lontano 2012.

Parliamone ;-)