Violenza domestica, le chiamate al 1522 sono più che raddoppiate durante la pandemia

Violenza domestica, le chiamate al 1522 sono più che raddoppiate durante la pandemia

Sono più che raddoppiate, rispetto allo scorso anno, le chiamate telefoniche e via chat al numero verde antiviolenza e stalking 1522, nel periodo compreso tra marzo e giugno 2020. Lo afferma l’Istat, che ha aggiornato l’indagine sull’andamento del fenomeno della violenza domestica durante il periodo della pandemia.

“In assenza di uno studio statistico aggiornato e svolto in tempo reale, l’analisi dei dati provenienti dalle chiamate al 1522, soprattutto se messa a confronto con lo stesso periodo degli anni precedenti, può fornire indicazioni utili all’evoluzione del fenomeno nel corso del lockdown, ma soprattutto del trend delle richieste di aiuto”, spiega l’Istat.

 

Violenza domestica, aumentano le chiamate al 1522
Violenza domestica, aumentano le chiamate al 1522

Violenza domestica, tra marzo e giugno 15.280 chiamate al 1522

Il numero delle chiamate, sia telefoniche sia via chat, nel periodo compreso tra marzo e giugno 2020 è più che raddoppiato, quindi, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (+119,6%), passando da 6.956 a 15.280. In forte aumento anche le richieste di aiuto tramite la chat, che ha registrato una crescita da 417 a 2.666 messaggi.

“Le campagne di sensibilizzazione promosse dal Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri sui canali televisivi e rilanciate sui social tra la fine di marzo ed aprile hanno rinforzato il messaggio dell’importanza della richiesta di aiuto per uscire dalla violenza”, spiega ancora l’Istat.

Sono, invece, diminuite le chiamate fatte per errori non intenzionali (703) e per errori voluti, quelle fatte per scherzo (3.585) o semplicemente per molestare (766), volte a denigrare la funzione di aiuto e supporto del 1522.

1522 anche per informazioni e consulenza

Accanto alla richiesta di aiuto da parte delle vittime di violenza (4.899 chiamate pari al 32,1% del totale delle chiamate valide) crescono anche le chiamate per avere informazioni sulla tipologia di servizi offerti dal 1522 (3.655 pari al 23,9%).

Il numero verde, durante il periodo di lockdown, ha fornito informazioni e consulenze anche a diversi ed eterogenei necessità di aiuto indicando numeri utili di supporto sociale e psicologico (2.979 pari al 19,5% del totale). Mentre il 77,2% delle vittime è stato inviato ad altri servizi.

Scrive per noi

Francesca Marras
Francesca Marras
Mi sono laureata in Scienze Internazionali con una tesi sulle politiche del lavoro e la questione sindacale in Cina, a conclusione di un percorso di studi che ho scelto spinta dal mio forte interesse per i diritti umani e per le tematiche sociali. Mi sono avvicinata al mondo consumerista e della tutela del cittadino nel 2015 grazie al Servizio Civile. Ho avuto così modo di occuparmi di argomenti diversi, dall'ambiente alla cybersecurity e tutto ciò che riguarda i diritti del consumatore. Coltivo da anni la passione per i media e il giornalismo e mi piace tenermi sempre aggiornata sui nuovi mezzi di comunicazione. Una parte della mia vita, professionale e non, è dedicata al teatro e al cinema.

Parliamone ;-)