L’Auser è diventata una grande ‘casa’ della solidarietà diffusa in tutto il Paese, un’associazione rivolta soprattutto agli anziani, ma sempre più aperta ai giovani e alla contaminazione con altre culture”: così l’associazione presenta il suo prossimo congresso, che si svolgerà a Salerno dal 5 al 7 aprile sul tema “Insieme, ancora più forti – La cittadinanza non ha età”.

Il congresso sarà occasione per lanciare l’idea di “un nuovo Patto sociale” per dare slancio al paese, promette l’associazione, che definirà linee e strategie politiche per i prossimi quattro anni. Ci saranno oltre 400 delegati e invitati da tutta Italia e sarà presentato il Bilancio Sociale – già si parla di oltre 7 milioni di ore di volontariato e quasi 625 mila persone che partecipano alle attività associative.

L’Auser dunque lancerà da Salerno le sue sfide “per un nuovo Patto Sociale e nuove politiche di welfare  che diano risposte ai bisogni dei cittadini, a chi è rimasto indietro, che promuova l’uguaglianza e i diritti di cittadinanza”, dice il presidente nazionale Enzo Costa. Un Patto Sociale che guarda all’invecchiamento attivo come opportunità per la società. “Basta con gli stereotipi, con i luoghi comuni. Gli anziani non sono un costo sociale e non rappresentano un’emergenza demografica, sono invece una grande risorsa per il Paese”, dice Costa. Il Congresso sarà raccontato  in diretta su Twitter e Facebook attraverso l’hashtag  #congressoauser.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Marco Fratoddi, giornalista professionista e formatore, insegna Scrittura giornalistica al Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Cassino dove ha centrato il proprio corso sulla semiotica della notizia ambientale e le applicazioni giornalistiche dei nuovi media. È direttore responsabile del periodico culturale "Sapereambiente", ha contribuito a fondare la “Federazione italiana media ambientali” di cui è divenuto segretario generale nel 2014. Collabora con il Movimento difesa del cittadino come caporedattore del progetto "Io scrivo originale" per l'educazione alla legalità nelle scuole della Campania, partecipa come direttore artistico all'organizzazione del Festival della virtù civica di Casale Monferrato (Al). E' stato Direttore editoriale dell’Istituto per l’ambiente e l’educazione Scholé futuro-Weec network di Torino, ha diretto dal 2005 all’ottobre 2016 “La Nuova Ecologia”, il mensile di Legambiente, dove si è occupato a lungo di educazione ambientale e associazionismo di bambini. Fa parte di “Stati generali dell’innovazione” dove segue in particolare le tematiche ambientali e le attività di comunicazione. Fra le sue pubblicazioni: Salto di medium. Dinamiche della comunicazione urbana nella tarda modernità (in “L’arte dello spettatore”, Franco Angeli, 2008), Bolletta zero (Editori riuniti, 2012), A-Ambiente (in Alfabeto Grillo, Mimesis, 2014).

Parliamone ;-)