Sicurezza dei giocattoli, il Parlamento europeo vuole regole più severe (Foto di Rudy and Peter Skitterians da Pixabay)

Il Parlamento europeo vuole norme più severe sulla sicurezza dei giocattoli. Queste dovranno comprendere la messa al bando di sostanze chimiche dannose, come Pfas e interferenti endocrini, e il rispetto da parte degli smart toys degli standard di sicurezza, protezione e privacy fin dalla progettazione.

Giocattoli, in cima alla lista dei prodotti pericolosi

Nonostante il mercato europeo sia fra i più sicuri al mondo, giocattoli pericolosi continuano a finire nelle mani dei bambini. Secondo EU Safety Gate (il sistema di allarme rapido dell’UE per i prodotti di consumo pericolosi), i giocattoli continuano a essere in cima alla lista delle notifiche dei prodotti pericolosi: rappresentano infatti il 23% di tutte le notifiche nel 2022 e il 20% nel 2021.

Nel 2022 secondo Safety Gate i giocattoli sono stati i prodotti pericolosi più segnalati, mentre i rischi legati alle sostanze chimiche sono il primo pericolo dei prodotti non alimentari.

Sicurezza giocattoli, le proposte dei deputati

Il progetto di norme votato dal Parlamento europeo mira a ridurre il numero di giocattoli pericolosi venduti nel mercato dell’Ue e a proteggere meglio i bambini dai rischi legati ai giocattoli.

Ieri gli eurodeputati hanno dunque approvato in prima lettura (con 603 voti favorevoli, 5 contrari e 15 astensioni) la posizione del Parlamento europeo sulla revisione delle norme UE sulla sicurezza dei giocattoli. Il testo risponde a una serie di nuove sfide, derivanti principalmente dai giocattoli digitali e dagli acquisti online, e converte la direttiva esistente in un regolamento direttamente applicabile. Il dossier passerà ora al nuovo Parlamento dopo le elezioni europee del 6-9 giugno.

«I bambini meritano i giocattoli più sicuri possibili – ha detto la relatrice Marion Walsmann (PPE, Germania) – Con le norme di sicurezza riviste, stiamo dando loro proprio questo. Li proteggiamo da pericoli invisibili come le sostanze chimiche dannose e garantiamo che avvisi come i limiti di età siano chiaramente visibili online. Il passaporto digitale dei prodotti recentemente introdotto garantirà che i consumatori abbiano accesso alle informazioni di cui hanno bisogno».

Divieto di sostanze chimiche dannose

La proposta del Parlamento parte dal divieto delle sostanze chimiche nocive e, concentrandosi sulla salute dei minori, rafforza i requisiti e i divieti su alcune sostanze chimiche nei giocattoli.

L’attuale divieto sulle sostanze cancerogene, mutagene o tossiche per la riproduzione è esteso alle sostanze chimiche particolarmente dannose per i bambini, come gli interferenti endocrini o le sostanze chimiche che colpiscono l’apparato respiratorio. Le norme prendono di mira anche le sostanze chimiche tossiche per organi specifici o persistenti, bioaccumulabili e tossiche. I giocattoli non devono sostanze alchiliche per- e polifluorurate (PFAS).

Passaporto digitale

Sul versante dei controlli, la proposta prevede che tutti i giocattoli venduti nell’Unione europea abbiano un passaporto digitale del prodotto (in sostituzione della dichiarazione di conformità UE), che dettaglia il rispetto delle norme di sicurezza. Questo, spiegano i deputati, migliorerà la tracciabilità dei giocattoli e renderà la sorveglianza del mercato e i controlli doganali più semplici ed efficienti. I consumatori avranno inoltre un facile accesso alle informazioni e agli avvertimenti sulla sicurezza, ad esempio tramite un codice QR.

Sicurezza e privacy by design, dalla progettazione

I giocattoli con elementi digitali e gli smart toys dovranno rispettare sicurezza, protezione e privacy fin dagli standard di progettazione. I giocattoli che utilizzano l’intelligenza artificiale e rientrano nell’ambito di applicazione della nuova legge sull’intelligenza artificiale dovranno rispettare i requisiti di sicurezza informatica, protezione dei dati personali e privacy. I produttori di giocattoli connessi digitalmente dovranno seguire le norme dell’UE sulla sicurezza informatica e considerare i rischi per la salute mentale e lo sviluppo cognitivo dei bambini che utilizzano questi giocattoli.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

Parliamone ;-)