Google e Facebook sono il primo e secondo operatore per utenti unici nel 2017 con un aumento del 10%, pari a 2,8 milioni di visitatori. Dopo Facebook, che si conferma leader dei social network, si segnalano la crescita di Instagram e di Linkedin. L’audience di Internet e dei social network è fotografato nell’Osservatorio sulle comunicazioni 2018 dell’Agcom, che comprende l’intero comparto di comunicazioni elettroniche, media e settori postali. Per quanto riguarda l’utilizzo di Internet, evidenzia l’Agcom, continua la dinamica positiva per Google e Facebook, primo e secondo operatore per utenti unici che, rispetto a dicembre 2016, realizzano complessivamente un incremento del 10% (+2,8 milioni di visitatori).

Sebbene in lieve contrazione rispetto allo stesso mese del 2016, la navigazione su Facebook (che comprende anche l’utilizzo da parte degli utenti di Whatsapp) ha superato in media le 24 ore mensili. Dopo Google e Facebook si piazzano Amazon e Microsoft, anche in questo caso con un trend crescente, rispettivamente di 3,2 milioni e di 1,7 milioni di italiani. Si riduce però il tempo medio di navigazione mensile degli italiani, che passa a 50 ore (in flessione di tre ore rispetto al 2016), e si contrae anche il tempo medio per utente speso su Facebook, con 21 minuti in meno in un anno.

Analizzando l’audience dei Social Network, ad esclusione di Facebook che risulta nettamente quello più utilizzato dagli italiani con 26,8 milioni di utenti unici nel mese di dicembre 2017 e una crescita annua del 9%, di rilievo risulta la crescita di Instagram (+2,9 milioni di utenti), anch’esso appartenente al gruppo Facebook, di Linkedin, che raggiunge 9,8 milioni di utenti unici e, infine, di Pinterest con +1,3 milioni di navigatori. Stabile invece l’audience di Twitter, mentre risultano in contrazione rispetto a dicembre 2016 gli utenti unici che hanno visitato Google+ (-2,4mln), Trumblr (-0,7mln) e Snapchat (-0,2mln).

L’esame dell’audience e del suo profilo socio-demografico evidenzia che Instagram, Trumblr, Snapchat si caratterizzano per un maggiore gradimento da parte del pubblico più giovane (0-34 anni) rispetto agli altri social come Linkedin, Twitter, Pinterest e Google+ seguiti in particolare dagli utenti di età intermedia (35-54 anni). Pinterest e Snapchat si caratterizzano per una maggiore presenza femminile, Google+, Linkedin e  Twitter sono preferiti dagli utenti che hanno un’occupazione, Twitter e Linkedin più degli altri social sono seguiti da un pubblico con laurea.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

Parliamone ;-)