Arriva “posteID”, la nuova soluzione di Poste Italiane che permette di gestire tramite smartphone o tablet la propria identità digitale in modo sicuro, con un altissimo livello di protezione durante le operazioni sul web. Riservatezza delle informazioni e sicurezza sono garantite da Posteitaliane. PosteID si integra funzionalmente con i siti web convenzionati di eCommerce o di eGovernment e permette di gestire la fase di autenticazione, riconoscimento e autorizzazione di un’eventuale disposizione di pagamento, in modo veloce utilizzando il proprio tablet o smartphone preventivamente certificati digitalmente dalla Certification Authority del Gruppo Posteitaliane.
In termini di processo operativo, dopo essersi registrato su www.poste.it e aver certificato un numero di telefono cellulare, l’utente posteID può scaricare l’AppposteID da AppStore o Google Play sul proprio dispositivo mobile, configurarla ed utilizzarla sui portali già integrati con il nuovo sistema. Attualmente sono già disponibili le funzionalità di accesso e di pagamento. A breve si potranno anche sottoscrivere documenti semplicemente cliccando sul bottone posteID nella pagina web e digitando sull’App omonima il proprio “codice posteID”. PosteIDè già integrato e disponibile sulla nuova versione delportale e-commerce Posteshop.it per effettuare acquisti online e sull’AppPostepay (che ha raggiunto oltre un milione di download) per autorizzare le ricariche in mobilità. Tutte le informazioni sulle modalità di attivazione e sulle funzionalità dell’AppposteID sono disponibili su www.poste.it/app

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Marco Fratoddi, giornalista professionista e formatore, insegna Scrittura giornalistica al Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Cassino dove ha centrato il proprio corso sulla semiotica della notizia ambientale e le applicazioni giornalistiche dei nuovi media. È direttore responsabile del periodico culturale "Sapereambiente", ha contribuito a fondare la “Federazione italiana media ambientali” di cui è divenuto segretario generale nel 2014. Collabora con il Movimento difesa del cittadino come caporedattore del progetto "Io scrivo originale" per l'educazione alla legalità nelle scuole della Campania, partecipa come direttore artistico all'organizzazione del Festival della virtù civica di Casale Monferrato (Al). E' stato Direttore editoriale dell’Istituto per l’ambiente e l’educazione Scholé futuro-Weec network di Torino, ha diretto dal 2005 all’ottobre 2016 “La Nuova Ecologia”, il mensile di Legambiente, dove si è occupato a lungo di educazione ambientale e associazionismo di bambini. Fa parte di “Stati generali dell’innovazione” dove segue in particolare le tematiche ambientali e le attività di comunicazione. Fra le sue pubblicazioni: Salto di medium. Dinamiche della comunicazione urbana nella tarda modernità (in “L’arte dello spettatore”, Franco Angeli, 2008), Bolletta zero (Editori riuniti, 2012), A-Ambiente (in Alfabeto Grillo, Mimesis, 2014).

Parliamone ;-)