Gli appassionati di calcio rischiano di dover fare un dribbling fra i canali tv per vedere la propria squadra del cuore. O meglio ancora, di dover sottoscrivere due abbonamenti. La doppia assegnazione dei diritti tv, acquistati da Sky e Perform, preoccupa Codici. Che spiega: già per vedere la prima giornata di serie A in tv, bisogna ricordarsi che sette gare su dieci verranno trasmesse da Sky in esclusiva, mentre le restanti tre andranno in onda su Dazn e Mediaset e potranno essere acquistate dagli utenti di Sky.

Spiega Codici: “A partire dalla prossima stagione calcistica, che avrà inizio sabato 18 Agosto, i diritti tv sono stati assegnati a due società: Sky e Dazn, la piattaforma di sport on demand e streaming del gruppo Perform. Ad ognuna delle due reti è stata attribuita una fascia oraria in cui mandare in onda le partite programmate delle varie squadre. Dunque, per i tifosi che non vogliano perdere alcuna partita della loro squadra preferita si paventa la necessità di aprire ben due abbonamenti. In questa fase Sky pubblicizza la possibilità di trasmettere tutte le partite, grazie ad un accordo fatto con Dazn, che in effetti ha ottenuto. In realtà l’abbonamento Sky costa, però, 8 euro in più al mese, come abbonamento integrativo per poter vedere anche le partite che andranno in onda nelle fasce orarie vinte da Dazn”. Le partite saranno trasmesse secondo un preciso schema orario: il sabato alle 15 e alle 18 su Sky, il sabato alle 20.30 su Perform. Per la domenica, su Sky si vedranno due gare delle 15, quella delle 18 e quella delle 20.30, mentre su Perform la partita delle 12.30 e un’altra delle 15. Ci saranno poi  20 big match, da ripartire tra Sky e Perform, secondo il calendario.

“Al momento, davanti ai Consumatori si prospetta la necessità di un doppio abbonamento per seguire le partite della propria squadra”, denuncia Codici, che vuole chiarimenti sulla questione. Sostiene il segretario regionale Codici Lombardia Davide Zanon: “Chiediamo subito un incontro di confronto con le due società per far sì che con un unico abbonamento sia possibile passare da una piattaforma all’altra, senza dover pagare due abbonamenti distinti o sovrapprezzi. Se ciò non avvenisse Codici è pronta ad avviare una azione di classe”.

Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

Parliamone ;-)