Che sia la prima volta che scegliamo una tariffa per il telefono cellulare oppure che vogliamo cambiarne una ormai vecchia, è necessario ponderare con attenzione quale offerta scegliere. Per farlo, il modo più veloce e rapido è porre le offerte Tim a confronto con quelle Vodafone, Tre e così via prima di fare la scelta finale.
Confrontare è infatti il miglior modo per trovare le tariffe più convenienti per il proprio smartphone, come spiega questo articolo. Solo in questo modo potremo renderci davvero conto di cosa il mercato offre e di quale prodotto sia più adatto a noi.
Il confronto, però, va eseguito valutando con attenzione le proprie esigenze. Ad esempio, la scelta cambierà se vogliamo uno smartphone incluso in un piano tariffario oppure se vogliamo semplicemente una tariffa telefonica, senza il cellulare compreso.
Molto importante è valutare le proprie abitudini di consumo. Se si usa spesso il cellulare, sia per effettuare chiamate che per navigare, converrà orientarsi verso i pacchetti “tutto incluso”, che offrono un determinato numero di chiamate e messaggi, nonché di gigabyte per la navigazione, con un canone mensile fisso.
In questo caso, però, attenzione a non farsi ingolosire da pacchetti con soglie di consumo troppo alte, che non sfrutteremo mai veramente: per evitare gli sprechi e scegliere il pacchetto giusto per le proprie esigenze, basterà monitorare i propri consumi per un mese.
Si dovrà cioè controllare quante chiamate si effettuano, quanti messaggi si inviano e quanto si naviga, così da avere un’idea chiara dei propri consumi.Se invece si usa il telefono cellulare con moderazione, sarà preferibile optare per una tariffa al consumo, ovviamente con dei prezzi convenienti per i minuti di chiamata, per i messaggi e la navigazione. In questo modo si pagherà solo per quanto effettivamente si consuma.
Infine, ricordate che nel campo della telefonia la fedeltà non paga: se si ha una tariffa datata, è bene informarsi sulle nuove tariffe presenti sul mercato, così da valutare se ce ne sono di più convenienti.
Inoltre, solitamente le promozioni più vantaggiose degli operatori sono riservate proprio ai nuovi clienti che effettuano la portabilità del numero.
 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Marco Fratoddi, giornalista professionista e formatore, insegna Scrittura giornalistica al Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Cassino dove ha centrato il proprio corso sulla semiotica della notizia ambientale e le applicazioni giornalistiche dei nuovi media. È direttore responsabile del periodico culturale "Sapereambiente", ha contribuito a fondare la “Federazione italiana media ambientali” di cui è divenuto segretario generale nel 2014. Collabora con il Movimento difesa del cittadino come caporedattore del progetto "Io scrivo originale" per l'educazione alla legalità nelle scuole della Campania, partecipa come direttore artistico all'organizzazione del Festival della virtù civica di Casale Monferrato (Al). E' stato Direttore editoriale dell’Istituto per l’ambiente e l’educazione Scholé futuro-Weec network di Torino, ha diretto dal 2005 all’ottobre 2016 “La Nuova Ecologia”, il mensile di Legambiente, dove si è occupato a lungo di educazione ambientale e associazionismo di bambini. Fa parte di “Stati generali dell’innovazione” dove segue in particolare le tematiche ambientali e le attività di comunicazione. Fra le sue pubblicazioni: Salto di medium. Dinamiche della comunicazione urbana nella tarda modernità (in “L’arte dello spettatore”, Franco Angeli, 2008), Bolletta zero (Editori riuniti, 2012), A-Ambiente (in Alfabeto Grillo, Mimesis, 2014).

Parliamone ;-)