coopvoce

Ricaricare il traffico mobile facendo la spesa: la proposta di CoopVoce (fonte immagine: coopvoce)

L’idea è abbastanza semplice: è possibile ricaricare il credito telefonico facendo la spesa, per utilizzarlo poi per pagare pagare mensilmente la propria offerta tariffaria. Questa è la proposta che CoopVoce fa ai propri clienti, utilizzabile da chi è socio Coop e fa la spesa nei negozi COOP aderenti all’iniziativa.

Come funziona

Si tratta di un comodo servizio, chiamato Autoricarica con la spesa; in pratica i privati che possiedono una linea CoopVoce attiva, escluse quelle IOT, possono utilizzare i Punti Coop per ricaricare il proprio credito telefonico. In questo modo oltre ad approfittare delle offerte internet mobile proposta da Coop è possibile anche autoricaricarsi con la spesa. Ricordiamo che per l’anno in corso ogni cooperativa ha avviato la possibilità di convertire i punti in credito in modo leggermente diverso.
Per quanto riguarda Coop Alleanza 3.0 i clienti possono richiedere una ricarica da 5 euro di traffico telefonico a fronte di 110 punti Coop, solo se hanno un credito telefonico inferiore ai 20 euro. Unicoop Firenze e Unicoop Tirreno offrono 5 euro di traffico ogni 250 euro di punti raccolti con la spesa e un credito telefonico inferiore ai 10 euro. Tutte le altre Coop aderenti a questo programma a premi offrono 5 euro di credito ogni 250 punti, indipendentemente dal traffico residuo disponibile sul loro numero telefonico.

Come attivare il servizio

Il nuovo servizio Autoricarica con la spesa è gratuito per tutti i soci Coop e deve essere attivato presso il Punto Informazioni CoopVoce presente nei negozi Coop aderenti a questa specifica iniziativa. Il servizio deve essere attivato su un singolo numero telefonico, che sia intestato al Socio Coop. Una volta attivato il servizio la conversione dei punti in traffico telefonico avviene in modo automatico; per conservare i punti Coop per un altro scopo è quindi necessario richiedere una cessazione dell’offerta Autoricarica con la spesa. Ricordiamo che tutte le offerte telefoniche mobile di CoopVoce possono aderire a questo servizio, a parte quelli che comprendono delle linee IoT Con Me. È comunque bene rivolgersi al Punto Informazioni del negozio Coop dove si fa la spesa per sapere se aderisce all’iniziativa e per conoscerne in maniera precisa le condizioni. Effettivamente ad oggi aderiscono al servizio la gran parte delle Cooperative che fanno parte della grande famiglia Coop.

Perché attivarlo

Effettivamente il servizio che permette di autoricaricarsi con la spesa può risultare molto utile per tutti coloro che utilizzano CoopVoce, in quanto comporta un buon risparmio ogni mese per l’utilizzo di uno smartphone. Ricordiamo che le ricariche ottenute con questo tipo di servizio non permettono di raggiungere eventuali bonus sulla ricarica che riguardano altre promozioni. Una volta ricaricato il credito non è possibile ottenere il rimborso, neppure cessando la linea e richiedendone il trasferimento ad altro operatore. Contemporaneamente però le ricariche bonus ottenute con questo metodo prorogano la validità della SIM CoopVoce, proprio come avviene con una ricarica classica in denaro effettuata dal cliente. L’attivazione del servizio Autoricarica con la spesa e la sua disattivazione sono completamente gratuite.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Parliamone ;-)