Dal 2014 non ci sarà più il bollo fisso di 34,20 euro sui conti correnti e sul conto titoli. Lo prevede un emendamento a firma Marco Causi del PD, approvato stanotte dalla Commissione Bilancio della Camera. ”Ne beneficeranno tutti i correntisti con giacenze medie sotto i 17.000 euro e la misura sarà pagata da correntisti tra i 250.000 e i 500.000 euro” ha spiegato Causi. Critica l’opposizione: ”E’ una piccola patrimoniale e costerà agli italiani 800.000 euro”.
Soddisfatta Banca Etica secondo cui viene ripristinata l’equità: tutti i risparmiatori pagheranno un bollo proporzionale al volume delle somme investite (la misura è fissata nello 0,2 %). “Siamo grati ai molti deputati che hanno ascoltato la voce dei soci di Banca Etica e delle Associazioni dei consumatori che da più di due anni si sono mobilitati per chiedere l’abolizione di quella soglia minima fissata in 34,20 che era particolarmente esosa per i piccoli risparmiatori che vedevano così i loro investimenti erosi da un’imposta regressiva. Ora auspichiamo che questa importante correzione superi anche il vaglio dell’Aula”, dichiara il presidente di Banca Etica, Ugo Biggeri.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)