Carburanti, prezzi ancora su. La benzina supera i 2 euro al litro (Foto Pixabay)

Continua la corsa dei carburanti. I prezzi salgono ancora e la benzina supera i 2 euro al litro in diverse realtà e non solo in modalità servito.

La corsa dei prezzi dei carburanti

La media nazionale dei prezzi in self service della benzina supera quota 1,98 euro/litro, quella del gasolio è a un passo da 1,9 euro/litro, afferma questa mattina Staffetta Online. Secondo le medie dei prezzi praticati comunicati dai gestori all’Osservatorio prezzi del ministero delle Imprese e del made in Italy ed elaborati dalla Staffetta, la benzina self service si attesta a 1,982 euro/litro (+8 millesimi), il diesel self service a 1,899 euro/litro (+12).

La benzina servito arriva a 2,114 euro/litro (+6), il diesel servito a 2,033 euro/litro (+11). I prezzi, ancora, sono per il Gpl servito a 0,709 euro/litro (+1), il metano servito a 1,394 euro/kg (invariato), Gnl 1,264 euro/kg.

Assoutenti: in 6 regioni al self il prezzo medio supera i 2 euro al litro

Assoutenti denuncia, oltre ai nuovi rialzi sui prezzi dei carburanti, come in tutta Italia i listini della benzina in modalità self ormai viaggi verso i 2 euro al litro.

“In ben 6 regioni italiane il prezzo medio della verde ha già abbondantemente superato in modalità self la soglia dei 2 euro al litro – afferma Assoutenti – Sulla rete urbana la benzina vola a 2,015 euro al litro nella provincia di Bolzano (era 2,006 euro lo scorso lunedì), 2,013 euro/litro in Liguria (contro 1,996 euro di lunedì scorso), 2,009 euro/litro in Basilicata (1,995 euro lunedì). Sfondano quota 2 euro al litro anche Calabria e Sardegna, con una media di 2,006 euro al litro, e Valle d’Aosta, 2,005 euro al litro”.

«I listini dei carburanti sono fuori controllo e registrano sensibili aumenti giorno dopo giorno – afferma il vicepresidente di Assoutenti, Gabriele Melluso – Alla forte salita delle quotazioni petrolifere si associa una carenza di scorte che potrebbe creare ulteriori distorsioni del mercato. Per questo ribadiamo a gran voce la necessità di un intervento immediato del Governo, che non può più tergiversare e deve operare sulla tassazione, riducendo da subito le accise che gravano su benzina e gasolio sfruttando l’extragettito Iva sui carburanti».


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

Parliamone ;-)