Il Parlamento europeo ha approvato con 565 si, 64 astenuti e nessun contrario la nomina del croato Neven Mimica a Commissario Ue alla protezione dei consumatori. La nomina è legata all’ingresso della Croazia nell’Unione Europea che scatterà il primo luglio prossimo. Mimica prenderà parte del portafoglio finora assegnato al Commissario maltese Tonio Borg, cui resterà l’ambito della Salute.
Consolidazione, cooperazione e comunicazione”. Queste le priorità del neo Commissario Mimica annunciate alla sua audizione del 4 giugno scorso che gli è valsa l’approvazione sia della commissione Mercato interno che della commissione competente per la protezione dei consumatori del Parlamento europeo.
Chi è Neven Mimica. È un politico croato che dal 1979 al 1997 ha ricoperto vari incarichi di politica estera e commercio estero a Zagabria, nonché di consigliere politico presso le ambasciate del Cairo in Egitto e Ankara in Turchia. Ha seguito in prima linea le negoziazioni della Croazia per l’ingresso nel World Trade Organization e nell’Unione europea. Nel settembre 2001 è diventato ministro per l’Integrazione europea fino al dicembre 2003. Nel 2003 e nel 2008 è stato eletto al parlamento croato nel partito socialista.
Adesso si aspetta il via libera dei governi nazionali. Mimica, per entrare defintivamente in carica, deve ricevere l’ok dei paesi membri rappresentati dal Consiglio europeo che si riunirà il 26 e 26 giugno a Bruxelles.
@AlessioPisano

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Marco Fratoddi, giornalista professionista e formatore, insegna Scrittura giornalistica al Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Cassino dove ha centrato il proprio corso sulla semiotica della notizia ambientale e le applicazioni giornalistiche dei nuovi media. È direttore responsabile del periodico culturale "Sapereambiente", ha contribuito a fondare la “Federazione italiana media ambientali” di cui è divenuto segretario generale nel 2014. Collabora con il Movimento difesa del cittadino come caporedattore del progetto "Io scrivo originale" per l'educazione alla legalità nelle scuole della Campania, partecipa come direttore artistico all'organizzazione del Festival della virtù civica di Casale Monferrato (Al). E' stato Direttore editoriale dell’Istituto per l’ambiente e l’educazione Scholé futuro-Weec network di Torino, ha diretto dal 2005 all’ottobre 2016 “La Nuova Ecologia”, il mensile di Legambiente, dove si è occupato a lungo di educazione ambientale e associazionismo di bambini. Fa parte di “Stati generali dell’innovazione” dove segue in particolare le tematiche ambientali e le attività di comunicazione. Fra le sue pubblicazioni: Salto di medium. Dinamiche della comunicazione urbana nella tarda modernità (in “L’arte dello spettatore”, Franco Angeli, 2008), Bolletta zero (Editori riuniti, 2012), A-Ambiente (in Alfabeto Grillo, Mimesis, 2014).

Parliamone ;-)