La conciliazione paritetica si estende al settore della pay tv. Grazie ad un protocollo siglato tra Cittadinanzattiva e Reti Televisive Italiane i clienti Mediaset Premium potranno risolvere le eventuali controversie in maniera più semplice, a costi zero e in tempi rapidi.
“L’accordo siglato – dichiara Antonio Gaudioso, segretario Generale di Cittadinanzattiva – è importante perché offrirà maggiori tutele ai cittadini, e per noi di Cittadinanzattiva riveste un particolare rilievo, perché ancora una volta dimostra la possibilità di innovare le forme di tutela dei diritti realizzata anche attraverso metodi di risoluzione alternativa delle controversie come peraltro richiesto dall’Europa”.
Particolare soddisfazione anche da Rti-Mediaset Premium per questo accordo che permetterà di migliorare ancor più il rapporto con i consumatori e con le organizzazioni che li rappresentano.
Sul sitowww.cittadinanzattiva.it è disponibile il modulo per fare richiesta di conciliazione e una collana di guide utili per conoscere meglio gli strumenti di conciliazione e mediazione delle controversie http://www.cittadinanzattiva.it/guide-utili/consumatori/cat_view/179-guide-utili/181-consumatori/194-politiche-dei-consumatori.html

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Marco Fratoddi, giornalista professionista e formatore, insegna Scrittura giornalistica al Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Cassino dove ha centrato il proprio corso sulla semiotica della notizia ambientale e le applicazioni giornalistiche dei nuovi media. È direttore responsabile del periodico culturale "Sapereambiente", ha contribuito a fondare la “Federazione italiana media ambientali” di cui è divenuto segretario generale nel 2014. Collabora con il Movimento difesa del cittadino come caporedattore del progetto "Io scrivo originale" per l'educazione alla legalità nelle scuole della Campania, partecipa come direttore artistico all'organizzazione del Festival della virtù civica di Casale Monferrato (Al). E' stato Direttore editoriale dell’Istituto per l’ambiente e l’educazione Scholé futuro-Weec network di Torino, ha diretto dal 2005 all’ottobre 2016 “La Nuova Ecologia”, il mensile di Legambiente, dove si è occupato a lungo di educazione ambientale e associazionismo di bambini. Fa parte di “Stati generali dell’innovazione” dove segue in particolare le tematiche ambientali e le attività di comunicazione. Fra le sue pubblicazioni: Salto di medium. Dinamiche della comunicazione urbana nella tarda modernità (in “L’arte dello spettatore”, Franco Angeli, 2008), Bolletta zero (Editori riuniti, 2012), A-Ambiente (in Alfabeto Grillo, Mimesis, 2014).

Parliamone ;-)