Informazioni ingannevoli sul costo dei biglietti, che potevano non essere i più economici reperibili sul mercato. Servizi supplementari già preselezionati durante il processo di acquisto online. E un supplemento di 9.95 euro per il pagamento con carta di credito. Queste le tre pratiche che hanno portato l’Antitrust a sanzionare per complessivi 270 mila euro la società Travix Nederland B.V. che attraverso il sito www.budgetair.it vende  biglietti per il trasporto passeggeri sulle principali rotte aeree italiane ed europee.

Tre le condotte esaminate dall’Autorità garante della concorrenza e del mercato. Il professionista “ha diffuso informazioni potenzialmente ingannevoli in merito al costo dei biglietti; ha incluso nel costo dei biglietti servizi supplementari senza il preventivo consenso del consumatore; ha previsto un supplemento per il pagamento degli acquisti effettuati con carta di credito”.

La società, si legge nell’ultimo bollettino dell’Antitrust, precisa di essere un’agenzia di viaggi online “che permette di confrontare tutte le offerte sui voli di oltre 800 compagnie aeree per oltre 9000 destinazioni in tutto il mondo” e aggiunge che “sul nostro sito è possibile confrontare e prenotare il volo su misura per le tue esigenze con la sicurezza di trovare sempre il prezzo più conveniente”. L’Antitrust però ha trovato che il prezzo di offerta di alcuni voli era superiore a quello riscontrabile direttamente sul sito del vettore aereo. Il consumatore può dunque ritrovarsi a comprare un biglietto a un costo superiore a quello che offre il mercato. Questa pratica è stata sanzionata per 60 mila euro.

La seconda pratica riguarda il fatto che durante il processo di acquisto sono già preselezionate voci che che comportano spesa accessorie, in particolare il “servizio biglietteria” al costo di 11,90 euro. Se non viene deselezionato, questo si aggiunge alla tariffa del trasporto aereo. Anche questa condotta è stata sanzionata dall’Antitrust per 82 mila euro.

La terza sanzione, quantificata in 128 mila euro, riguarda l’applicazione di un supplemento per il pagamento con carta di credito. Al momento del pagamento finale viene talvolta richiesto un supplemento per l’uso di alcuni mezzi di pagamento elettronici, che si aggiunge al prezzo del volo inizialmente comunicato al consumatore durante la ricerca online. Si applica cioè, al momento del pagamento, il credit card surcharge, supplemento di prezzo di 9.95 euro per il pagamento con alcune carte di credito, in aggiunta al prezzo del volo inizialmente comunicato al consumatore.

Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

Parliamone ;-)