Tutelare il potere di acquisto delle famiglie; riaprire il cantiere delle liberalizzazioni; valutare la possibilità di interventi per ridurre l’accisa sui carburanti. Sono questi alcuni dei 13 punti contenuti nell’Agenda per i Consumatori che  il ministro dello Sviluppo Economico, Flavio Zanonato, ha presentato alle Associazioni dei Consumatori aderenti al Consiglio Nazionale dei Consumatori e degli Utenti (Cncu).
Il Documento programmatico, che segue il confronto avviatosi lo scorso 3 luglio, è stato condiviso da tutte le Associazioni e mira alla realizzazione per il futuro di alcuni obiettivi che vanno da una ferma azione di contrasto all’evasione fiscale, ad un miglioramento dei servizi pubblici, ad una valorizzazione degli strumenti di difesa giuridica individuale e collettiva.
Soddisfatte le Associazioni dei Consumatori. “È un cammino di concertazione virtuoso quello intrapreso dal Governo con le Associazioni Consumatori che affronta temi importantissimi per le famiglie italiane” ha commentato Pietro Giordano, presidente nazionale Adiconsum, mentre per Alessandro Mostaccio, segretario generale del Movimento Consumatori, “è la prima volta che il Ministero dello Sviluppo economico si impegna nella sottoscrizione di un programma condiviso con le AACC”.
“A fronte di obiettivi così rilevanti, abbiamo avanzato la richiesta che vengano ordinati per urgenza, e scadenzati in un preciso crono programma” ha aggiunto Mostaccio. Anche Antonio Longo, presidente del Movimento Difesa dl Cittadino ha detto che l’Associazione “vigilerà sulla realizzazione degli impegni condivisi oggi”.  Furio Truzzi, presidente di Assoutenti, ha commentato: “Siamo sulla buona strada. E’ il riconoscimento del ruolo significativo delle Associazioni dei Consumatori mentre l’Agenda colma le lacune del programma di governo presentato dal premier Letta”. “E’ il momento di una nuova fase nella vita economica, istituzionale, sociale, morale del Paese e finalmente anche le istituzioni hanno compreso che per realizzarla è necessaria una politica dei consumatori  adeguatamente strutturata” ha dichiarato, infine, Massimiliano Dona, segretario generale Unione Nazionale Consumatori.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Marco Fratoddi, giornalista professionista e formatore, insegna Scrittura giornalistica al Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Cassino dove ha centrato il proprio corso sulla semiotica della notizia ambientale e le applicazioni giornalistiche dei nuovi media. È direttore responsabile del periodico culturale "Sapereambiente", ha contribuito a fondare la “Federazione italiana media ambientali” di cui è divenuto segretario generale nel 2014. Collabora con il Movimento difesa del cittadino come caporedattore del progetto "Io scrivo originale" per l'educazione alla legalità nelle scuole della Campania, partecipa come direttore artistico all'organizzazione del Festival della virtù civica di Casale Monferrato (Al). E' stato Direttore editoriale dell’Istituto per l’ambiente e l’educazione Scholé futuro-Weec network di Torino, ha diretto dal 2005 all’ottobre 2016 “La Nuova Ecologia”, il mensile di Legambiente, dove si è occupato a lungo di educazione ambientale e associazionismo di bambini. Fa parte di “Stati generali dell’innovazione” dove segue in particolare le tematiche ambientali e le attività di comunicazione. Fra le sue pubblicazioni: Salto di medium. Dinamiche della comunicazione urbana nella tarda modernità (in “L’arte dello spettatore”, Franco Angeli, 2008), Bolletta zero (Editori riuniti, 2012), A-Ambiente (in Alfabeto Grillo, Mimesis, 2014).

Parliamone ;-)