Con la Banca Dati Farmaci dell’Aifa, l’Agenzia italiana del farmaco, saranno disponibili online, e aggiornati in tempo reale, i fogli illustrativi dei medicinali autorizzati in Italia, accessibili sia per gli operatori sanitari che per i cittadini, e i riassunti delle caratteristiche del prodotto, per garantirne l’appropriatezza prescrittiva. L’iniziativa, che sarà presentata nei prossimi giorni, raccoglie il parere positivo di Federconsumatori, che coglie l’occasione per sollecitare il Ministero della Salute a svolgere una campagna di informazione ed educazione ai cittadini per garantire conoscenza e accessibilità della Banca Dati.
Commenta Federconsumatori: “Accogliamo con interesse la notizia della realizzazione della Banca Dati dei Farmaci dell’Aifa, che verrà resa pubblica nei prossimi giorni. Riteniamo che uno strumento di questo tipo possa rivelarsi utile non solo per medici e operatori del settore sanitario ma soprattutto ai cittadini, che potranno rintracciare il codice di autorizzazione all’immissione in commercio, avere informazioni sulle confezioni disponibili, monitorare lo stato dell’autorizzazione alla commercializzazione, consultare il foglio illustrativo e leggere un riassunto delle caratteristiche del prodotto. Finalmente avremo a disposizione un sistema di informazione certificata sui farmaci”.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Marco Fratoddi, giornalista professionista e formatore, insegna Scrittura giornalistica al Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Cassino dove ha centrato il proprio corso sulla semiotica della notizia ambientale e le applicazioni giornalistiche dei nuovi media. È direttore responsabile del periodico culturale "Sapereambiente", ha contribuito a fondare la “Federazione italiana media ambientali” di cui è divenuto segretario generale nel 2014. Collabora con il Movimento difesa del cittadino come caporedattore del progetto "Io scrivo originale" per l'educazione alla legalità nelle scuole della Campania, partecipa come direttore artistico all'organizzazione del Festival della virtù civica di Casale Monferrato (Al). E' stato Direttore editoriale dell’Istituto per l’ambiente e l’educazione Scholé futuro-Weec network di Torino, ha diretto dal 2005 all’ottobre 2016 “La Nuova Ecologia”, il mensile di Legambiente, dove si è occupato a lungo di educazione ambientale e associazionismo di bambini. Fa parte di “Stati generali dell’innovazione” dove segue in particolare le tematiche ambientali e le attività di comunicazione. Fra le sue pubblicazioni: Salto di medium. Dinamiche della comunicazione urbana nella tarda modernità (in “L’arte dello spettatore”, Franco Angeli, 2008), Bolletta zero (Editori riuniti, 2012), A-Ambiente (in Alfabeto Grillo, Mimesis, 2014).

Parliamone ;-)