farmaci

Istruttoria Antitrust su Leadiant, Altroconsumo: prezzo del farmaco gonfiato di 500 volte

Il farmaco è indispensabile e senza sostituti. Ma non è nuovo. E il prezzo è stato gonfiato di 500 volte. Così Altroconsumo di fronte all’istruttoria avviata dall’Antitrust nei confronti di Leadiant per il farmaco orfano usato per la cura della xantomatosi, una malattia rara

Il farmaco è indispensabile, salvavita e senza sostituti. Non è un farmaco nuovo. Ma il prezzo è stato gonfiato di 500 volte. Così Altroconsumo esprime soddisfazione nei confronti dell’istruttoria avviata dall’Antitrust verso il gruppo Leadiant con l’ipotesi di abuso di  posizione dominante per la produzione e vendita di un farmaco a base di acido chenodesossicolico per la cura della xantomatosi, una patologia rara e cronica.

L’associazione aveva infatti segnalato per abuso di posizione dominante sul mercato italiano.

«Siamo orgogliosi che la nostra segnalazione sia stata di impulso all’apertura dell’istruttoria e speriamo che al più presto il procedimento sia chiuso con la condanna di Leadiant e che si arrivi ad una riduzione del prezzo del farmaco, oggi ingiustificato – dichiara Ivo Tarantino, responsabile Relazioni esterne Altroconsumo – Abbiamo più volte sottolineato quanto il livello dei prezzi nel farmaceutico sia diventato insostenibile, a maggior ragione in questo caso in cui l’azienda non ha sostenuto particolari costi di sviluppo, essendo il farmaco già in uso da tempo».

 

 

Il farmaco orfano e il suo costo

Nel caso di CDCA Leadiant, spiega l’associazione, non si tratta di un farmaco nuovo o innovativo ma di un vecchio farmaco, in commercio fin dagli anni ‘70 in varie formulazioni indicate formalmente per la cura dei calcoli biliari. Ma i medici l’hanno sempre usato con profitto (off-label) anche per la cura della rarissima xantomatosi cerebrotendinea.

Una cura economica e utile per i pazienti. Ma nel tempo i vari produttori hanno smesso di commercializzarla e Leadiant è rimasta l’unica azienda sul mercato.

«E dopo aver ottenuto la denominazione come farmaco orfano ­(cioè, farmaci per malattie rare) e l’approvazione per il trattamento della xantomatosi, Leadiant ha gonfiato il prezzo di 500 volte», denuncia Altroconsumo.

Oggi il farmaco, spiega ancora l’associazione, costa circa 17.000 euro a confezione, quasi 190.000 euro all’anno per paziente. Si conta che in Italia ci siano una trentina di pazienti.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Helpconsumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d’informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull’associazionismo organizzato che li tutela.

Parliamone ;-)