E’ partita lo scorso 15 ottobre la campagna di vaccinazione contro l’influenza: i vaccini sono disponibili in farmacia e la vaccinazione è gratuita per le categorie a rischio quali gli anziani over-65, i malati cronici, le donne al secondo o terzo trimestre di gravidanza e gli operatori sanitari. Di fronte alla partenza delle vaccinazioni antinfluenzali, il Codacons esprime contrarietà alla prospettiva di una vaccinazione di massa.
L’associazione invita i cittadini a rivolgersi al proprio medico di famiglia per accertare se si rientra effettivamente nelle categorie a rischio, categorie per le quali il vaccino è disponibile gratuitamente. Il Codacons si dichiara però contrario alla vaccinazione di massa: “Basta alla solita campagna martellante che terrorizza gli italiani sulle possibili conseguenze dell’influenza – afferma l’associazione – Chi è costretto ad acquistare il vaccino in farmacia perché il proprio medico di fiducia non ha ritenuto opportuno vaccinarlo, dovrebbe seriamente valutare l’opportunità di tale acquisto, analizzando costi e benefici ed evitando di farsi condizionare dai soliti slogan sulle solite nefaste previsioni e gravi conseguenze, poi smentite regolarmente dai fatti. Chissà perché, insomma, ogni anno l’influenza è sempre peggiore e più temibile di quella dell’anno precedente e “mette in ginocchio” un numero di italiani sempre maggiore”.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Marco Fratoddi, giornalista professionista e formatore, insegna Scrittura giornalistica al Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Cassino dove ha centrato il proprio corso sulla semiotica della notizia ambientale e le applicazioni giornalistiche dei nuovi media. È direttore responsabile del periodico culturale "Sapereambiente", ha contribuito a fondare la “Federazione italiana media ambientali” di cui è divenuto segretario generale nel 2014. Collabora con il Movimento difesa del cittadino come caporedattore del progetto "Io scrivo originale" per l'educazione alla legalità nelle scuole della Campania, partecipa come direttore artistico all'organizzazione del Festival della virtù civica di Casale Monferrato (Al). E' stato Direttore editoriale dell’Istituto per l’ambiente e l’educazione Scholé futuro-Weec network di Torino, ha diretto dal 2005 all’ottobre 2016 “La Nuova Ecologia”, il mensile di Legambiente, dove si è occupato a lungo di educazione ambientale e associazionismo di bambini. Fa parte di “Stati generali dell’innovazione” dove segue in particolare le tematiche ambientali e le attività di comunicazione. Fra le sue pubblicazioni: Salto di medium. Dinamiche della comunicazione urbana nella tarda modernità (in “L’arte dello spettatore”, Franco Angeli, 2008), Bolletta zero (Editori riuniti, 2012), A-Ambiente (in Alfabeto Grillo, Mimesis, 2014).

Parliamone ;-)