Richiamato tiramisù vegano, si indaga sul decesso di una ragazza allergica al latte (fonte immagine: Ministero della Salute)

Il Ministero della salute ha ritirato dal mercato un tiramisù vegano per la presenza di proteine del latte non dichiarate in etichetta. Si tratta del Tiramisun vegano a marchio  Mascherpa tiramisù in confezione di vendita da 100 grammi.

La ragione del richiamo è la possibile presenza di proteine del latte. Si legge nelle avvertenze del Ministero: “Prodotto che può contenere tracce di latticini. Si invitano i consumatori a non consumare il prodotto e a riportarlo al punto vendita per il rimborso” .

Il prodotto viene venduto con la data di scadenza 23/07/2023, corrispondente al lotto di produzione. Il tiramisù vegano richiamato è stato prodotto da GLG Srl nello stabilimento di via Garibaldi 1, ad Assago. Secondo l’Ansa, il consumo del prodotto sarebbe collegato al decesso di una ragazza allergica al latte morta ieri San Raffaele di Milano, dopo dieci giorni di coma, a causa di uno shock anafilattico.

Tiramisù vegano, in corso le indagini

La Procura di Milano sta ora indagando se la morte della ventenne, allergica ai latticini, sia stata causata da quel dolce assaggiato in un locale specializzato nel servire piatti vegani (Fonte: il fatto quotidiano). Le prime indagini avrebbero accertato la presenza di proteine del latte nel tiramisù.

Secondo quanto raccontano i media, la ragazza era andata a cena col fidanzato in un locale di Milano già frequentato che serve piatti vegani. A fine pasto ha ordinato un tiramisù vegano ma dopo averne mangiato un po’ si è sentita male e ha avuto uno choc anafilattico. Ricoverata al San Raffaele è entrata in coma, poi il decesso. È stata aperta un’inchiesta per omicidio colposo e disposto il sequestro di  sette vasetti di tiramisù nel locale e altri 95 nello stabilimento di produzione. Ulteriori accertamenti verranno fatti anche su una maionese usata come condimento, nella quale sarebbero state trovate tracce di uovo alla quale la giovane era allergica.

Sul tiramisù sono state effettuate analisi qualitative, in particolare sulle proteine del latte, e ora ai carabinieri del Nas, che conducono le indagini assieme all’Ats, sono stati affidati anche esami per stabilire la quantità di latticini presenti (Fonte: il fatto quotidiano). La Procura di Milano ha aperto un’indagine con le ipotesi di reato “di omicidio colposo, frode nell’esercizio del commercio e vendita di sostanze alimentari non genuine”.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

Parliamone ;-)