Qual è la misura giusta per un seno perfetto? Difficile dirlo. Un aiuto, però arriva dall’ Aicpe, l’Associazione Italiana di Chirurgia Plastica Estetica che ha messo a punto un protocollo che tiene in considerazione diversi fattori per stabilire quale sia la protesi più giusta. “Il concetto di armonia del corpo e delle proporzioni è sempre alla base del lavoro di un buon chirurgo, che deve rifiutare le proposte esagerate o di pazienti che hanno aspettative irrealistiche” afferma Alessandro Casadei, direttore del corso e membro del direttivo di Aicpe.
L’Associazione ritiene che il primo passo da fare non è scegliere la protesi, ma prendere le misure per verificare quale sono le più adatte per il corpo della paziente. Questo è possibile grazie a un algoritmo decisionale che si ottiene misurando altezza, peso, torace (circonferenza e distanza tra due ascelle), distanza del capezzolo da giugulo o clavicola e verificando con un calibro lo spessore del tessuto mammario, per analizzare che sia sufficiente per nascondere le protesi.
Nell’intervento la scelta del chirurgo è fondamentale così come avere bene il quadro dell’intervento che si va ad affrontate. Per questo l’Aicpe ha redatto un vademecum a disposizione di medici e pazienti in cui è indicato tutto quello che c’è da sapere sui principali interventi di chirurgia estetica, dagli esami preliminari fino alle possibili complicazioni.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)