Lo sciopero delle farmacie è stato rinviato. Federfarma l’ha annunciato ieri insieme all’annuncio che questa settimana sarà ricevuta dal Ministero della Salute e ascoltata in Senato. La decisione “tiene conto responsabilmente di alcuni segnali di attenzione nei confronti delle richieste avanzate da Federfarma per rendere sostenibile l’impatto del decreto sulle liberalizzazioni sul servizio farmaceutico”, ha annunciato l’associazione. Per i parafarmacisti, che avevano annunciato un’apertura no stop, la vicenda dimostra la volontà di non cambiare l’assetto odierno.
Afferma in una nota il Movimento Nazionale Liberi Farmacisti: “Alla fine hanno annullato lo sciopero. Poche ore prima avevamo annunciato il no stop delle parafarmacie per ribadire la centralità del cittadino rispetto alla difesa ad oltranza dei fatturati. La realtà è che non vogliono cambiare nulla, sì a cambiamenti di facciata, no a cambiamenti di sostanza. No alla fascia C, no ad un numero di farmacie che allarghi la platea. Queste non si potranno chiamare liberalizzazioni perché di liberalizzato non ci sarà nulla. Tuttavia, qualcosa d’importante è accaduto in queste settimane: i cittadini, la gente ha capito. Ha capito dove sono i privilegi, ha capito chi blocca la rinascita del Paese”.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

Parliamone ;-)