internet

“E’ molto importante definire in anticipo una posizione del Governo condivisa con gli stakeholder dell’Ict da difendere a Bruxelles. Un mercato unico digitale che consenta ai cittadini europei di non avere sorprese tariffarie sul roaming quando soggiornano in altri paesi dell’Unione costituirà un altro passo verso l’integrazione e la formazione di un comune sentire europeo. Restare collegati a internet quando si viaggia è ormai una necessità non solo per imprenditori e professionisti ma per tutti gli utenti”. Così il Vice Ministro Antonio Catricalà ha commentato l’incontro che si è svolto ieri con le associazioni degli operatori e dei consumatori.Obiettivo dell’incontro è stato, appunto, definire una posizione comune in vista del prossimo Consiglio Ue che avrà ad oggetto la costruzione di un mercato unico digitale europeo.
Nella consultazione – la prima che si tiene in una capitale europea in vista di un Consiglio Europeo su questi temi – Il Vice Direttore Generale della DG Connect della Commissione Europea Roberto Viola ha illustrato la recente proposta del commissario europeo per l’Agenda Digitale Neelie Kroes sul mercato unico digitale. In particolare, rispetto alle istanze riguardanti le infrastrutture, l’innovazione, i servizi digitali e il loro impatto sulla pubblica amministrazione: quattro tasselli fondamentali per contribuire al rilancio dell’economia dei Paesi membri dell’Unione europea.
Altri incontri come quello di ieri sono stati messi in calendario prima del Consiglio Europeo sull’Ict che si terrà a Bruxelles il 24 e 25 ottobre 2013.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Marco Fratoddi, giornalista professionista e formatore, insegna Scrittura giornalistica al Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Cassino dove ha centrato il proprio corso sulla semiotica della notizia ambientale e le applicazioni giornalistiche dei nuovi media. È direttore responsabile del periodico culturale "Sapereambiente", ha contribuito a fondare la “Federazione italiana media ambientali” di cui è divenuto segretario generale nel 2014. Collabora con il Movimento difesa del cittadino come caporedattore del progetto "Io scrivo originale" per l'educazione alla legalità nelle scuole della Campania, partecipa come direttore artistico all'organizzazione del Festival della virtù civica di Casale Monferrato (Al). E' stato Direttore editoriale dell’Istituto per l’ambiente e l’educazione Scholé futuro-Weec network di Torino, ha diretto dal 2005 all’ottobre 2016 “La Nuova Ecologia”, il mensile di Legambiente, dove si è occupato a lungo di educazione ambientale e associazionismo di bambini. Fa parte di “Stati generali dell’innovazione” dove segue in particolare le tematiche ambientali e le attività di comunicazione. Fra le sue pubblicazioni: Salto di medium. Dinamiche della comunicazione urbana nella tarda modernità (in “L’arte dello spettatore”, Franco Angeli, 2008), Bolletta zero (Editori riuniti, 2012), A-Ambiente (in Alfabeto Grillo, Mimesis, 2014).

Parliamone ;-)