trasporto aereo

Crisi Air Italy, Codacons scrive ai vertici dell'azienda

Il caso di Air Italy, la compagnia aerea messa in liquidazione lo scorso 11 febbraio, è ben lontano dal trovare una soluzione.

Accantonata l’ipotesi di un subentro da parte di Ryanair, il Governo manifesta tutto il suo disappunto per il modo in cui la società sta gestendo la crisi sottolineando il fatto che nel corso delle trattative, l’esecutivo non era stato coinvolto.

Negli incontri tra le parti, le istituzioni avevano chiesto ai vertici aziendali di Air Italy di valutare anche altre soluzioni oltre alla liquidazione al di fine di garantire le maggiori tutele possibili per i lavoratori e la continuità dei voli.

 

Tariffe agevole per i passeggeri

Nel frattempo che molte altre compagnie aeree hanno annunciato la loro disponibilità a mettere a disposizione tariffe agevolate per tutti quei viaggiatori che avevano bisogno di essere riprotetti su altri voli.

Ma questa soluzione non è piaciuta alle associazioni dei consumatori, tra cui l’Unione Nazionale Consumatori, che ha invitato i passeggeri coinvolti nella vicenda a chiedere il rimborso totale del biglietto, così come scritto esplicitamente sul sito di Air Italy.

Codacons scrive ai vertici di Air Italy

A qualche giorno di distanza, il Codancos ribadisce che la messa in liquidazione di Air Italy sta provocando immensi disagi agli utenti e danni economici ingenti alla Sardegna e a tutto il comparto del turismo.

L’associazione scrive oggi ai commissari liquidatori della società, Enrico Laghi e Franco Maurizio Lagro, chiedendo l’apertura di un tavolo di conciliazione.

“Dopo la notizia degli stop ai voli di Air Italy migliaia di viaggiatori hanno disdettato le vacanze prenotate per le prossime settimane in Sardegna – spiega il presidente Carlo Rienzi – Una situazione che produce un danno sia agli utenti, costretti a rinunciare ai viaggi o a subire disagi per riprogrammare le proprie partenze, sia alle aziende del turismo della Sardegna, che registrano un notevole calo di presenze con ripercussioni economiche enormi”.

“Per tale motivo abbiamo scritto oggi ai commissari liquidatori, chiedendo di aprire un tavolo di conciliazione volto a valutare la posizione di chi, viaggiatori o imprese, a causa del dissesto della compagnia aerea ha subito gravissimi danni economici, allo scopo di studiare eventuali possibilità di ristoro in loro favore – prosegue Rienzi – In assenza di risposte, il Codacons si vedrà costretto ad avviare le dovute azioni legali a tutela dei cittadini e delle imprese turistiche della Sardegna”.

Scrive per noi

Elena Leoparco
Elena Leoparco
Non sono una nativa digitale ma ho imparato in fretta. Social e tendenze online non smettono mai di stuzzicare la mia curiosità, con un occhio sempre vigile su rischi e pericoli che possono nascondersi nella rete. Una laurea in comunicazione e una in cooperazione internazionale sono la base della mia formazione. Help Consumatori è "casa mia" fin dal praticantato da giornalista, iniziato nel lontano 2012.

Parliamone ;-)