Alitalia, oggi l'ultimo volo. Assoutenti: resta aperto nodo voucher e punti MilleMiglia

Alitalia, oggi l'ultimo volo. Assoutenti: resta aperto nodo voucher e punti MilleMiglia

Dalla mezzanotte del 25 agosto Alitalia non venderà più biglietti per voli dal 15 ottobre 2021. A darne notizia è la compagnia, la quale avvisa che – contestualmente –invierà una comunicazione tempestiva e diretta, tramite e-mail, ai clienti che hanno già acquistato voli in partenza dal 15 ottobre.

“Al fine di garantire la piena tutela dei consumatori – spiega – verrà data la possibilità di sostituire il volo con un altro equivalente, gestito dalla Compagnia entro il 14 ottobre; altrimenti sarà possibile ricevere il rimborso integrale del biglietto”.

Inoltre, secondo quanto si apprende dall’Ansa, nella giornata di giovedì 26 agosto ITA avvierà le vendite dei biglietti per i propri voli a partire dal 15 ottobre.

 

 

Voli Alitalia, le istruzioni per la gestione dei biglietti

Come spiegato sul sito Alitalia (qui le informazioni complete) la compagnia offre assistenza e rimborso ai passeggeri in possesso di un biglietto per i voli cancellati, acquistati:

  • entro e non oltre il 24 agosto 2021;
  • con data di viaggio dal 15 ottobre 2021;
  • per/da qualsiasi destinazione/origine in tutto il mondo

Queste le forme di assistenza e rimborso offerte:

  • modifica della prenotazione (rebooking o rerouting – ovvero modifica dell’itinerario per raggiungere la destinazione originaria o tornare al punto di origine del viaggio), senza integrazione tariffaria, su volo utile per il passeggero, entro il 14 ottobre 2021 (ultima data di rientro);
  • modifica della destinazione, con eventuale integrazione tariffaria, per viaggiare entro il 14 ottobre 2021 (ultima data di rientro). Non è previsto rimborso di differenze tariffarie.

Il cambio di destinazione – specifica – sarà possibile solo:

  • per biglietti nazionali, su destinazioni nazionali;
  • per biglietti internazionali, su destinazioni internazionali.

Nel caso di impossibilità o non interesse alla riprogrammazione, i passeggeri potranno richiedere il rimborso integrale, senza penale, del prezzo al quale il biglietto è stato acquistato o del valore residuo del biglietto per il viaggio non ancora effettuato.

UNC: rispettare la normativa sui rimborsi

Per l’Unione Nazionale Consumatori l’iniziativa di Alitalia a supporto dei consumatori non è sufficiente.

“Le comunicazioni vanno inviate immediatamente. Non basta un’email, ma serve, laddove disponibile, anche un sms al cellulare dei consumatori, con un link che rimandi alla pagina del sito di Alitalia dove si dovranno trovare le istruzioni dettagliate relative alle due opzioni consentite ai clienti”, afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.

“È poi importante che vi sia il pieno rispetto del Regolamento (CE) n. 261/2004, che prevede il rimborso entro sette giorni dalla cancellazione del volo. 7 giorni che, visto che i voli dopo il 15 ottobre sono già stati cancellati, dovrebbero ora scattare dal giorno di presentazione della domanda da parte dei viaggiatori, domanda che deve essere subito resa operativa“, conclude Dona.

Scrive per noi

Francesca Marras
Francesca Marras
Mi sono laureata in Scienze Internazionali con una tesi sulle politiche del lavoro e la questione sindacale in Cina, a conclusione di un percorso di studi che ho scelto spinta dal mio forte interesse per i diritti umani e per le tematiche sociali. Mi sono avvicinata al mondo consumerista e della tutela del cittadino nel 2015 grazie al Servizio Civile. Ho avuto così modo di occuparmi di argomenti diversi, dall'ambiente alla cybersecurity e tutto ciò che riguarda i diritti del consumatore. Coltivo da anni la passione per i media e il giornalismo e mi piace tenermi sempre aggiornata sui nuovi mezzi di comunicazione. Una parte della mia vita, professionale e non, è dedicata al teatro e al cinema.

Parliamone ;-)