Tre giorni dedicati ad un alimento speciale, il latte. Al Milano Food City, arrivano i “Latte Days”: venerdì 11, sabato 12 e domenica 13 maggio i bambini e le loro famiglie saranno invitati a prendere parte a percorsi che prevedono attività ludico-informative e degustazioni. Promotori dell’iniziativa sono la Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi, con il coinvolgimento di Coldiretti Lombardia.“Latte Days” è un progetto che rientra all’interno del “Programma latte nelle scuole” promosso dal Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali, da Unioncamere e finanziato dall’Unione Europea.

Latte e latticini italiani piacciono sempre di più nel mondo e la Lombardia si conferma regina del latte Made in Italy, con una produzione che supera il 40% del totale nazionale, oltre 4 mila imprese collegate alla produzione e alla distribuzione specializzata su un totale nazionale di 41 mila (secondo i dati della Camera di commercio sulle sedi di impresa attive al 2017).

Cresce anche l’export lombardo di prodotti caseari, +11% tra 2016 e 2017, oltre 113 milioni di euro in più in un anno. La Lombardia è la regione che esporta di più in Italia, da sola incide per il 37% delle esportazioni nazionali, 1,2 miliardi su 3,2 miliardi, seguita dall’Emilia Romagna con 792 milioni, +12% secondo l’elaborazione della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi su dati Istat al 2017 e 2016.

Si esporta soprattutto in Unione Europea (894 milioni su 1,2 miliardi), poi in Estremo Oriente (71 milioni) e America del Nord (53 milioni) anche se tra 2016 e 2017 raddoppia l’export verso l’Africa settentrionale (da 14 a 31 milioni).

L’importanza del latte come elemento nutrizionale è ribadita costantemente dai pediatri che sottolineano l’importanza della colazione per il benessere dell’organismo nell’intera giornata.

Il primo pasto della giornata spesso è il più trascurato. Il tempo dedicato alla colazione, secondo recenti studi, si sta riducendo sempre di più. E quello che dovrebbe essere il “motore” della prima parte della giornata si trasforma in una brioche consumata in auto o a un caffè preso al volo.

Di colazione e latte si parlerà all’evento di domenica 13 maggio organizzato da Centrale del Latte di Roma e Federazione Nazionale Medici Pediatri durante il quale si sfateranno alcuni falsi miti sul primo e più importante pasto della giornata.

Ad esempio, è vero che saltare la colazione aiuta la dieta? Il latte fa male? Una colazione deve essere ben calorica? Tra una colazione e il pranzo occorre “spezzare” la fame?

Gli esperti dicono che è importante aumentare il consumo di latte e yogurt sin dalla prima mattina, favorendo un comportamento alimentare che aggiunga salute ai nostri anni. Attualmente il consumo medio annuale di 40 litri di latte, equivalente a 100 ml al giorno, è del tutto insufficiente. Per i bambini sopra i due anni è consigliabile il latte vaccino.

La colazione dovrebbe fornire circa il 20/25% delle calorie richieste in una giornata. Se quindi il fabbisogno medio per un adulto è di 2000 kcal, occorre raggiungere le 300-400 kcal. In altri termini, vanno benissimo una tazza di latte parzialmente scremato (dopo i 3 anni), cereali, un frutto o un succo di frutta o una fetta di pane con poca crema spalmabile al cioccolato. Attenzione ai carboidrati, meglio prodotti a base integrale.

E per evitare di ingrassare, meglio consumare la colazione in compagnia: mangiare da soli potrebbe aumentare il rischio di obesità, colesterolo e sindrome metabolica.

Scrive per noi

Elena Leoparco
Elena Leoparco
Non sono una nativa digitale ma ho imparato in fretta. Social e tendenze online non smettono mai di stuzzicare la mia curiosità, con un occhio sempre vigile su rischi e pericoli che possono nascondersi nella rete. Una laurea in comunicazione e una in cooperazione internazionale sono la base della mia formazione. Help Consumatori è "casa mia" fin dal praticantato da giornalista, iniziato nel lontano 2012.

Parliamone ;-)