La digitalizzazione traina il mercato assicurativo, con servizi flessibili su salute e protezione della casa. Si diffondono le micropolizze attivate quando il cliente può averne bisogno. E aumentano le assicurazioni contro le catastrofi, tanto che sono state assicurate le parrocchie delle diocesi italiane dopo il terremoto del 2016. Sono alcune delle tendenze fotografate dall’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni (Ivass) che ha aggiornato il Report sui nuovi prodotti immessi sul mercato delle assicurazioni da luglio a dicembre 2018.

La pubblicazione semestrale rileva le nuove tendenze nell’offerta. E nella seconda metà del 2018, “la digitalizzazione si conferma uno dei fattori trainanti nell’evoluzione del mercato assicurativo con l’offerta di servizi più flessibili soprattutto per salute e prevenzione (digital health) e protezione della casa (smart home)”, spiega l’Ivass.

Continua poi la diffusione di micropolizze proposte nel momento in cui il cliente può averne bisogno (instant insurance): le offerte più recenti si rivolgono alla protezione delle persone in mobilità e alle cose e alla tutela degli animali domestici. Ci sono poi nuovi prodotti a sostegno delle piccole e medie imprese che offrono coperture personalizzate in relazione al tipo di attività svolta (incluse assicurazioni contro il deterioramento degli alimenti, contro gli atti vandalici).

Aumentano poi, prosegue l’Ivass, le soluzioni assicurative contro i rischi catastrofali, grazie anche alle agevolazioni fiscali introdotte a partire dal 2018. Si tratta di coperture ad hoc che proteggono dai danni derivanti da terremoti, alluvioni e altre calamità; in particolare, a seguito del sisma del 2016, sono state assicurate le parrocchie delle diocesi italiane. Altro elemento sottolineato dall’Istituto: nel settore vita si registra un calo del numero dei nuovi prodotti lanciati (-7% rispetto al 2017).

Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

Parliamone ;-)