Contratti semplici e chiari nelle assicurazioni, si va verso la svolta. Al più tardi dal 1° gennaio 2019 i contratti dei nuovi prodotti assicurativi dovranno essere redatti secondo linee guida per contratti “semplici e chiari”, mentre nel corso del 2019 dovrà essere completata la revisione dei principali prodotti già in commercio. Queste le due richieste principali dell’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni (Ivass) in una “lettera al mercato” che detta i tempi di attuazione delle linee guida sulla semplificazione.

“E’ arrivata a un punto di svolta l’iniziativa, promossa dall’Ivass già dal 2016, per sollecitare il mercato ad una profonda revisione delle clausole contenute nei contratti assicurativi”, annuncia l’Istituto in una nota stampa. Lo scorso 6 marzo, infatti, le imprese assicuratrici dell’Ania hanno diramato linee guida per “contratti semplici e chiari”, frutto del lavoro di un tavolo tecnico costituito dall’industria assicurativa, dagli intermediari di assicurazione e dai consumatori.

L’Ivass ha dunque pubblicato una lettera al mercato per assicurare una concreta attuazione  alle linee guida. La lettera esordisce ricordando il principale problema con cui i consumatori si scontrano: la difficoltà di comprendere i contratti assicurativi. “La gestione da parte dell’IVASS dei reclami degli assicurati – si legge nelle lettera – ha messo in luce come un frequente motivo di insoddisfazione della clientela derivi dal fatto che le clausole contrattuali non sono sempre chiare ed univoche, soprattutto in tema di garanzie (ciò che è coperto dall’assicurazione) ed esclusioni (ciò che non è coperto). Sovrapposizioni e ridondanze ed un linguaggio non sempre comprensibile ostacolano la comprensione del prodotto da parte dell’assicurato e possono essere fonte di conflitto in caso di sinistro”.

In questo contesto, le linee guida diramate dall’Ania “delineano una nuova struttura contrattuale di riferimento, più lineare e chiara (eliminando ad esempio la vecchia distinzione tra “condizioni generali” e “condizioni speciali” di polizza, foriera di molte incomprensioni) ed intervengono sulla chiarezza del linguaggio con l’obiettivo di rendere più fluida la lettura e la comprensione del contratto consentendo all’assicurato un esercizio più agevole dei diritti che gli derivano dal contratto stesso”.

L’Ivass detta dunque i tempi di attuazione del cambiamento. E prevede che al più tardi a partire dal 1 gennaio 2019, i contratti di tutti i nuovi prodotti assicurativi siano redatti secondo le linee guida mentre nel corso del 2019 sia completata la revisione secondo le linee guida dei contratti dei principali prodotti già in commercio di ogni impresa. L’Ivass chiede poi che i contratti rechino in copertina l’indicazione espressa che sono stati redatti secondo le linee guida.

Le imprese di assicurazione dovranno poi comunicare all’Ivass i prodotti rivisti secondo tali linee guida in modo che l’Istituto nei dia comunicazione online. Raccogliendo le sollecitazioni delle Associazioni dei Consumatori, l’Ivass “ha inoltre richiamato – conclude la nota – la necessità di inserire nei contratti un termine certo per procedere alla liquidazione dei sinistri dei rami danni diversi dalla rc.auto, ramo nel quale tali termini sono previsti per legge”.

 

Notizia pubblicata il 16/03/2018 ore 17.21

Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

Parliamone ;-)