Ottenere un prestito dalle banche, negli ultimi tempi, è diventata una missione impossibile, così gli italiani cercano soluzioni di credito alternative. L’Osservatorio SuperMoney sulle carte di pagamento ha rilevato, nell’ultimo semestre, un aumento delle richieste di carte di credito revolving: le domande di carte rateali  pervenute al portale tra febbraio e luglio 2013rappresentano il 43,28% del totale, il 35,84% riguarda le carte di credito a saldo e il restante 20,88% le carte prepagate.
Quanto spendono gli italiani con la carta di credito revolving? Stando ai dati SuperMoney la spesa media mensile ammonta a circa 683 euro. L’età media di chi richiede queste carte-prestito è di circa 40 anni, con il 64% dei richiedenti tra i 25 e i 45 anni. A sorpresa, sono però i giovani a indebitarsi di più con la carta di credito: nella fascia 18-25 anni la spesa media mensile è di 788 euro, decisamente sopra la media.
Come funziona questo tipo di carta? “Con la carta revolving, la banca concede una linea di credito al titolare, che si impegna a rimborsare gli importi presi in prestito a rate, cui si applica un tasso di interesse aggiuntivo rispetto all’importo speso – spiega Andrea Manfredi, amministratore delegato di SuperMoney -. Si tratta di un prodotto di credito alla portata di tutti, perché richiede garanzie minori rispetto a un prestito, ma va utilizzato con attenzione: i tassi di interesse sulle somme prese in prestito con le revolving sono infatti molto più elevati rispetto agli interessi di un prestito tradizionale”.
L’Osservatorio SuperMoney ha infine stilato la classifica delle spese con carta revolving regione per regione: sul primo gradino del podio troviamo il Molise, con un spesa mensile di 1.127 euro, quasi il doppio rispetto alla media; seguono Trentino Alto Adige (893 euro al mese) e Calabria (781 euro). I cittadini più virtuosi sono quelli del Friuli Venezia Giulia, che con le revolving spendono solo 424 euro mensili.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Marco Fratoddi, giornalista professionista e formatore, insegna Scrittura giornalistica al Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Cassino dove ha centrato il proprio corso sulla semiotica della notizia ambientale e le applicazioni giornalistiche dei nuovi media. È direttore responsabile del periodico culturale "Sapereambiente", ha contribuito a fondare la “Federazione italiana media ambientali” di cui è divenuto segretario generale nel 2014. Collabora con il Movimento difesa del cittadino come caporedattore del progetto "Io scrivo originale" per l'educazione alla legalità nelle scuole della Campania, partecipa come direttore artistico all'organizzazione del Festival della virtù civica di Casale Monferrato (Al). E' stato Direttore editoriale dell’Istituto per l’ambiente e l’educazione Scholé futuro-Weec network di Torino, ha diretto dal 2005 all’ottobre 2016 “La Nuova Ecologia”, il mensile di Legambiente, dove si è occupato a lungo di educazione ambientale e associazionismo di bambini. Fa parte di “Stati generali dell’innovazione” dove segue in particolare le tematiche ambientali e le attività di comunicazione. Fra le sue pubblicazioni: Salto di medium. Dinamiche della comunicazione urbana nella tarda modernità (in “L’arte dello spettatore”, Franco Angeli, 2008), Bolletta zero (Editori riuniti, 2012), A-Ambiente (in Alfabeto Grillo, Mimesis, 2014).

1 thought on “Carte revolving, SuperMoney: in aumento le richieste

  1. hanno tassi da usura con assicurazioni che non vengono richieste non danno nesuna informazione e hanno fato falire il giapone non vi è nessuna prevenzione ci sono cascato anchio e trovo dificolta a togliermi tutte le voci che non riguardano il prestito dopo averlo estinto

Parliamone ;-)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: