Alla luce delle ultime raccomandazioni scientifiche, la Commissione europea intende continuare ad assicurare l’approvvigionamento di acqua potabile di alta qualità e aiutare i consumatori nell’accesso a questa risorsa. La sicurezza dell’acqua potabile è essenziale per la salute pubblica e il benessere e la contaminazione delle fonti o la sua scarsità possono avere conseguenze negative sul piano sociale ed economico.

Il diritto all’accesso ai servizi essenziali di qualità, come l’acqua, è uno dei principali pilastri dell’Unione europea dei diritti sociali, unanimamente sostenuti da tutti i capi di Stato e di Governo nel summit di novembre 2017 a Gothenburg.

Questa è la ragione per la quale la Commissione ha adottato oggi una proposta legislativa che ha lo scopo di garantire questo diritto e allo stesso tempo di rispondere all’iniziativa “Rigth2Water” proposta da Iniziativa dei Cittadini Europei che hanno raccolto 1,6 milioni di firme a supporto del miglioramento dell’accesso all’acqua potabile per gli europei.

Le nuove regole chiedono agli Stati membri di implementare l’accesso soprattutto per i gruppi più vulnerabili e marginalizzati.

Inoltre, la Commissione intende rendere i cittadini più consapevoli su come usare l’acqua per risparmiare su bollette e bottiglie di plastica. Secondo Bruxelles, con nuovi standard si potrebbe ridurre del 17% l’uso di acqua in bottiglie di plastica con un risparmio stimato, per i consumatori europei, in 600 milioni l’anno.

 

Scrive per noi

Elena Leoparco
Elena Leoparco
Non sono una nativa digitale ma ho imparato in fretta. Social e tendenze online non smettono mai di stuzzicare la mia curiosità, con un occhio sempre vigile su rischi e pericoli che possono nascondersi nella rete. Una laurea in comunicazione e una in cooperazione internazionale sono la base della mia formazione. Help Consumatori è "casa mia" fin dal praticantato da giornalista, iniziato nel lontano 2012.

Parliamone ;-)