Incentivare la diffusione dei risultati del progetto “Io e i rischi” e, più in generale, promuovere la cultura assicurativa. E’ questo l’obiettivo del Protocollo d’Intesa sottoscritto questa mattina tra Presidente del Forum ANIA – Consumatori, Antonio Silvano Andriani, e il Presidente dell’Unione Europea Assicuratori (Uea), Filippo Gariglio. La partnership si fonda sulla comune convinzione che la divulgazione e l’educazione in materia assicurativa sono necessarie per lo sviluppo di un mercato assicurativo evoluto e consapevole.
“Io e i rischi” è lo schema educativo realizzato dal Forum ANIA – Consumatori e dedicato ai concetti di rischio, prevenzione e mutualità. Grazie all’intesa, Forum e Uea collaboreranno per diffondere uno specifico kit educativo “Io e i rischi family”, rivolto alle famiglie con figli preadolescenti, che verrà messo a disposizione delle associazioni dei consumatori e delle imprese assicuratrici a partire dal 2014.
“Siamo contenti dell’avvio di questa collaborazione, anche perché – afferma il Presidente del Forum ANIA – Consumatori, Silvano Andrianiriteniamo che la formazione di una cultura della prevenzione dei rischi debba essere affrontata in una logica di sistema, che valorizzi tutti gli attori del mercato assicurativo. Questo accordo rappresenta l’avvio di un percorso comune di lungo periodo, volto a promuovere la percezione del rischio, l’adozione di comportamenti consapevoli, la responsabilità verso sé stessi e verso gli altri.”
 “In tale contesto – spiega il Presidente Uea, Filippo Gariglio -, una maggiore conoscenza del rischio e degli strumenti più appropriati per farvi fronte diventa un’esigenza irrinunciabile per il cittadino di oggi e domani. Inoltre, la conoscenza degli aspetti assicurativi acquista un rilievo particolare, sia per lo sviluppo di un mercato assicurativo più evoluto e consapevole, sia per la crescita complessiva della società, come da anni ribadito dall’Ocse e dai principali consessi europei.”

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Marco Fratoddi, giornalista professionista e formatore, insegna Scrittura giornalistica al Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Cassino dove ha centrato il proprio corso sulla semiotica della notizia ambientale e le applicazioni giornalistiche dei nuovi media. È direttore responsabile del periodico culturale "Sapereambiente", ha contribuito a fondare la “Federazione italiana media ambientali” di cui è divenuto segretario generale nel 2014. Collabora con il Movimento difesa del cittadino come caporedattore del progetto "Io scrivo originale" per l'educazione alla legalità nelle scuole della Campania, partecipa come direttore artistico all'organizzazione del Festival della virtù civica di Casale Monferrato (Al). E' stato Direttore editoriale dell’Istituto per l’ambiente e l’educazione Scholé futuro-Weec network di Torino, ha diretto dal 2005 all’ottobre 2016 “La Nuova Ecologia”, il mensile di Legambiente, dove si è occupato a lungo di educazione ambientale e associazionismo di bambini. Fa parte di “Stati generali dell’innovazione” dove segue in particolare le tematiche ambientali e le attività di comunicazione. Fra le sue pubblicazioni: Salto di medium. Dinamiche della comunicazione urbana nella tarda modernità (in “L’arte dello spettatore”, Franco Angeli, 2008), Bolletta zero (Editori riuniti, 2012), A-Ambiente (in Alfabeto Grillo, Mimesis, 2014).

Parliamone ;-)