Comunicazioni commerciali carenti e ambiguità informative riguardo al confronto di prodotti e servizi finanziari, assicurativi, ADSL e telefonia e Pay TV. È quanto rilevato dall’Autorità Garante per la Concorrenza del Mercato nei confronti di Segugio.it, il noto portale di comparazioni di prezzi. In particolare, sul sito www.segugio.it, con riguardo al settore creditizio, ad esempio, non verrebbero specificate alcune informazioni. Nella sezione “Conti”, sottosezione “Carte di Credito”, i requisiti per l’acquisto di una carta, tutte le assicurazioni incluse nell’acquisto di una carta e le caratteristiche della linea di credito (“Fido”) concessa; sezione “Mutui”, le spese di perizia; nella sezione “Prestiti”, il TAEG e le spese invio rendiconto finanziario periodico e con riguardo al settore delle telecomunicazioni, sottosezione “Offerte ADSL e telefono”, ad esempio, non verrebbero specificati: i diversi costi di attivazione, la durata minima di validità dell’offerta, i requisiti per beneficiare dell’offerta. Con riferimento, poi, alla sezione “Assicurazioni”, in via generale, il sito www.segugio.it fornisce poche informazioni circa i prodotti assicurativi comparati, limitandosi a rinviare a quanto riportato nel sito degli specifici operatori.

Inoltre, i prodotti e/o le offerte pubblicizzate all’interno del sito comparatore www.segugio.it spesso non sono rinvenibili nei siti ufficiali degli operatori fornitori di tali prodotti e/o servizi. In senso analogo, le caratteristiche proprie dei prodotti e/o delle offerte presentate sul sito www.segugio.it non sono sempre corrispondenti a quelle indicate all’interno dei siti ufficiali degli operatori fornitori.

Secondo l’AGCM, i claim di convenienza non sono adeguatamente motivati e quindi potenzialmente ingannevoli. Il sito www.segugio.it riporterebbe affermazioni di risparmio riguardo alle offerte proposte a seguito delle comparazioni effettuate, soprattutto nella sezione “Assicurazioni”, quali ad esempio: “risparmia fino a 500 €”. Questi claim, che presentano anche notevole evidenza grafica, non sarebbero supportati da indicazioni che consentano di comprendere i criteri di quantificazione di tale risparmio e le modalità di calcolo dell’entità della somma risparmiata. La scarsa chiarezza informativa determinerebbe un’incertezza circa il fatto che tale vantaggio economico discenda dalla semplice comparazione delle offerte delle aziende/compagnie oggetto di analisi ovvero da una convenienza di più ampia portata, derivante ad esempio dall’utilizzo per l’acquisto del canale distributivo costituito dallo stesso comparatore.

A seguito delle rilevazioni dell’Autorità, la holding che controlla la società che gestisce il sito seguigio.it si è impegnata a fare quanto in suo potere affinché le società controllate adottino le misure proposte ed accolte dall’Antitrust, nonché a monitorare che le stesse società non apportino in futuro modifiche e/o variazioni al sito www.segugio.it che possano pregiudicare gli impegni.

L’Autorità ha inoltre accolto gli impegni presi da altre due società per ovviare a pratiche commerciali scorrette simili. È il caso di “Leone Team- Commercio online” e “Onlinestore.it”.

Scrive per noi

Elena Leoparco
Elena Leoparco
Non sono una nativa digitale ma ho imparato in fretta. Social e tendenze online non smettono mai di stuzzicare la mia curiosità, con un occhio sempre vigile su rischi e pericoli che possono nascondersi nella rete. Una laurea in comunicazione e una in cooperazione internazionale sono la base della mia formazione. Help Consumatori è "casa mia" fin dal praticantato da giornalista, iniziato nel lontano 2012.

Parliamone ;-)