Da oggi, 1° luglio, Equitalia si rinnova e diventa “Equitalia Servizi di Riscossione SpA”, un unico ente che opera su tutto il territorio nazionale e che sostituisce l’attuale ripartizione territoriale Nord, Centro, Sud. Il cambiamento è avvenuto nell’ottica della semplificazione e della razionalizzazione delle risorse. Si avrà infatti un unico Consiglio di Amministrazione che permetterà di risparmiare già da quest’anno diverse centinaia di migliaia di euro. Il cambiamento però non riguarda solo questo.
Come ha spiegato l’Amministratore Delegato della società pubblica a partecipazione Inps e Agenzia delle Entrate, Ernesto Maria Ruffini, il tutto rientra in un progetto di “trasformazione dei servizi di riscossione che diventeranno più diretti e razionali per i cittadini”.
In quest’ottica si colloca dunque l’operazione “Cartelle amiche”. Si tratta di cartelle nelle quali è già inserito un piano di rateizzazione del debito, ossia un modulo attraverso il quale l’utente potrà scegliere in quanto tempo saldare: da un minimo di 12 mesi a un massimo di 72. Il piano di dilazione è rivolto a coloro che hanno un debito compreso tra 600 e 50.000 euro e che non hanno mai attivato una rateizzazione con Equitalia. Anche la richiesta di rateizzazione viene semplificata e velocizzata: oltre alla classica consegna a mano allo sportello, si potrà inviare il tutto anche tramite posta certificata o raccomandata postale.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)