Festambiente compie trent’anni e dedica questa edizione al cibo. “Venite a Festambiente, un’agorà sostenibile per restare umani”, dice Legambiente lanciando lo storico evento ambientalista estivo che si aprirà venerdì 10 agosto a Rispescia (Grosseto) nel Parco della Maremma. Sarà una “cittadella ecologica” dove riscoprire il rispetto dell’ambiente e conoscere le buone pratiche dell’ecologia, senza dimenticare musica e divertimento, teatro e spazi per i bambini, laboratori ecologici e solidarietà.

Saranno, spiega Legambiente, oltre 200 i relatori partecipanti agli incontri, più di 100 musicisti che si esibiranno sul palco, decine di rassegne di degustazione, 30 i laboratori ecologici proposti ogni giorno nella Città dei Bambini, 20 le ricette servite quotidianamente al ristorante vegetariano più grande d’Italia e oltre 30 le pellicole proiettate tra corti, documentari e lungometraggi nel cinema all’aperto. Il festival andrà avanti fino al 19 agosto con incontri, presentazione di libri, concerti, teatro al tramonto, proiezioni cinematografiche, spazi per bambini, mostre mercato, spettacoli teatrali e ristorazione bio e tradizionale.

Protagonista di quest’anno sarà il cibo. “Perché parlare di cibo significa parlare di identità di un territorio, significa parlare di storie e tradizioni, di sapori e saperi di una terra, di un paese. Perché cibo è geografia politica. Cibo è politica economica”, dice Legambiente. Sarà allestito un padiglione del cibo italiano e della dieta mediterranea e nei dieci giorni di festival il cibo biologico e di qualità sarà protagonista con degustazioni di prodotti tipici, mostre mercato, ristorazione bio e tradizionale. Tra le altre tematiche principali del Festival ci saranno inoltre l’economia circolare, i parchi e la conservazione della natura, la mobilità sostenibile, l’innovazione tecnologica, le energie rinnovabili e l’ecoturismo, la lotta all’ecomafia.

E ogni sera sul palco della festa, dalle 22,30, si alterneranno artisti italiani e internazionali in un ricco calendario. Si comincia venerdì 10 agosto con la Bandabardò; sabato 11 agosto è la volta di Mario Biondi, domenica 12 agosto gli Stadio; lunedì 13 agosto Piero Pelù e i Bandidos; martedì 14 agosto Modena City Ramblers; mercoledì 15 agosto Cristiano De André. Ancora, giovedì 16 agosto sul palco di Festambiente Goran Bregović e la Wedding Funeral Band; venerdì 17 agosto Roberto Vecchioni; sabato 18 è la volta della Premiata Forneria Marconi e domenica 19 degli Alborosie. La maggior parte dei concerti dei singoli cantanti rappresentano date uniche in Toscana, un’esclusiva targata Festambiente per festeggiare i suoi 30 anni.

“Festambiente 2018 – dichiara Stefano Ciafani, presidente nazionale Legambiente –  è ancora più ricca di temi, testimonianze, esperienze concrete che ricordano come quelle che alcuni considerano utopie sono in realtà obiettivi ambiziosi ma raggiungibili. E che la prospettiva di un Paese e di un mondo migliore si costruisce ogni giorno chiedendo alle istituzioni nazionali e locali di mettere in campo le politiche migliori, alle imprese pubbliche e private di scegliere la via della sostenibilità e dell’innovazione nella migliore tradizione del made in Italy, facendo in modo che anche i cittadini facciano la loro parte con stili di vita adeguati e scelte di consumo consapevoli. Sarà un’edizione caratterizzata anche da iniziative sui temi della solidarietà, per sollecitare il cervello e il cuore delle persone in un periodo storico in cui va di moda parlare alla pancia dei cittadini. La parte sana del nostro Paese – conclude il presidente nazionale di Legambiente –  anche quest’anno sarà protagonista nei 10 giorni della nostra manifestazione nazionale. Venite a Festambiente per restare umani per continuare a rappresentare un punto di riferimento per chi crede nel nostro ambientalismo con l’attenzione all’ecologia delle persone”.

Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

Parliamone ;-)