Biscotti, merendine e altri prodotti per la colazione a basso contenuto di zucchero. Ma ci sono anche cioccolata e dolci per Natale. Tutto rigorosamente “senza zucchero”, anzi pubblicizzato come linea di prodotti dietetici dedicata ai soggetti diabetici e a tutti coloro che vogliono seguire un’alimentazione sana e controllata. La realtà purtroppo è ben diversa e l’Antitrust ha multato l’azienda produttrice, la Giuliani S.p.a., per 90.000 euro. La linea di prodotti in questione è quella denominata “Giusto senza zucchero” e “Giusto Diabel”.
Altroconsumo ricorda che a denunciare la pubblicità ingonnevole è stata lei che, dopo un’analisi di oltre 100 prodotti trovati sugli scaffali di negozi e supermercati, ha segnalato all’Antitrust ben 40 prodotti con slogan ingannevoli sul contenuto in zucchero. Ad esempio, ricorda l’Associazione, la legge dice che per usare la scritta “Senza zucchero aggiunto” il prodotto non deve contenere zucchero (saccarosio), ma neanche nessuna sostanza usata come dolcificante, per esempio succo di mela o succo d’uva concentrati, malto di mais, sciroppo di riso. Per usare la scritta“Senza zucchero” il prodotto deve contenere al massimo mezzo grammo di zucchero per 100 g o ml di prodotto.
Dopo la Zuegg, l’Autorità ha multato anche Rigoni, Vis e Giuliani. I loro prodotti, infatti, non possono utilizzare in etichetta la scritta “senza zuccheri aggiunti” perché contengono tra gli altri ingredienti alcune sostanze utilizzate come dolcificanti, vale a dire succo di mela o d’uva concentrato.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Marco Fratoddi, giornalista professionista e formatore, insegna Scrittura giornalistica al Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Cassino dove ha centrato il proprio corso sulla semiotica della notizia ambientale e le applicazioni giornalistiche dei nuovi media. È direttore responsabile del periodico culturale "Sapereambiente", ha contribuito a fondare la “Federazione italiana media ambientali” di cui è divenuto segretario generale nel 2014. Collabora con il Movimento difesa del cittadino come caporedattore del progetto "Io scrivo originale" per l'educazione alla legalità nelle scuole della Campania, partecipa come direttore artistico all'organizzazione del Festival della virtù civica di Casale Monferrato (Al). E' stato Direttore editoriale dell’Istituto per l’ambiente e l’educazione Scholé futuro-Weec network di Torino, ha diretto dal 2005 all’ottobre 2016 “La Nuova Ecologia”, il mensile di Legambiente, dove si è occupato a lungo di educazione ambientale e associazionismo di bambini. Fa parte di “Stati generali dell’innovazione” dove segue in particolare le tematiche ambientali e le attività di comunicazione. Fra le sue pubblicazioni: Salto di medium. Dinamiche della comunicazione urbana nella tarda modernità (in “L’arte dello spettatore”, Franco Angeli, 2008), Bolletta zero (Editori riuniti, 2012), A-Ambiente (in Alfabeto Grillo, Mimesis, 2014).

Parliamone ;-)