leggere libro

Il mercato del libro nei primi sei mesi 2021

Nei primi sei mesi dell’anno il mercato del libro ha il segno più. Gli italiani leggono di più. Ci sono alcuni generi che hanno una crescita a tripla cifra: è il caso dei libri sui giochi e tempo libero e dei fumetti. Il mercato del libro cresce nei primi sei mesi del 2021: più 44% a copie e più 42% a valore.

Nel 2021 il tempo dedicato alla lettura è maggiore. Il 31% dei lettori dichiara di leggere di più, il 56% di leggere come prima, solo il 13% di leggere di meno. Il 25% di acquirenti di libri ha comprato più libri.

Il mercato del libro di questi primi sei mesi raggiunge un valore complessivo di 698 milioni di euro. Le copie vendute crescono inoltre del 31% rispetto al 2019. La crescita riguarda tutti i canali di vendita, con una forte performance dell’online e qualche difficoltà per la grande distribuzione. E aumentano tutti i generi.

È l’analisi dell’ufficio studi dell’Associazione Italiana Editori (AIE) su dati NielsenIQ.

 

libri digitali
Libro bianco sulla lettura e i consumi culturali. I libri resistono in pandemia

 

Mercato del libro, AIE: “Una marea che solleva tutte le barche”

Nel periodo di riferimento (4 gennaio-20 giugno) sono stati venduti nei canali trade (ovvero nelle librerie, online e fisiche, e nella grande distribuzione, esclusa la scolastica) 15 milioni di copie di libri a stampa in più (+44%) rispetto al 2020.

Ancor più significativa è la crescita rispetto al 2019 (al netto quindi degli effetti della pandemia): si sono venduti 11milioni di copie di libri in più (+31%). Queste vendite hanno generato per la filiera oltre 207 milioni di euro in più rispetto al 2020 (+42%) e 156 milioni in più rispetto al 2019 (+28%), portando il mercato del libro di questi primi sei mesi a un valore complessivo di 698 milioni di euro.

«Il mercato librario in questo momento è come una marea che, alzandosi, solleva tutte le barche», dice il presidente di AIE Ricardo Franco Levi.

Questi risultati derivano da una serie di misure di sostegno e investimenti del settore continuati in fase di pandemia. C’è anche una maggiore propensione alla lettura e all’acquisto: dichiara di leggere più di prima il 31% dei lettori e di comprare più di prima il 25% degli acquirenti, mentre solo il 13% dichiara di leggere o acquistare meno.

 

top ten libri primi sei mesi 2021
AIE: mercato del libro top ten del primo semestre 2021

Il libro: i canali di vendita e i generi più venduti

Per quanto riguarda i canali di vendita, le librerie (indipendenti e di catena) crescono, raggiungendo quota 332,9 milioni di euro. Superano così le difficoltà del 2020 e fanno meglio anche rispetto al 2019 (313,6 milioni).

Si conferma il boom dell’online che raggiunge i 327,9 milioni di euro nel 2021 (il 47% del mercato) rispetto ai 184,6 milioni del 2019 e non erode vendite ai canali concorrenti ma consente al mercato di fare uno scatto in avanti. Più difficile la situazione della grande distribuzione organizzata.

La crescita nel mercato del libro riguarda tutti i generi con alcuni picchi impressionanti. I libri su giochi e tempo libero hanno fatto un boom: +302%. I fumetti segnano +214%. Forte la crescita dei libri di attualità politica (+99%). Aumenta la critica letteraria trainata dai libri su Dante (+94%) e vanno bene biografie e autobiografie (+85%).

Il prezzo medio di copertina si attesta a 14,68 euro ed è in calo dell’1,6% rispetto al 2020 e del 2% rispetto al 2019.

Cresce il numero delle novità pubblicate (oltre 30 mila) ma senza raggiungere i valori del 2019. Si muove tutto il mercato e non solo i best seller. Mentre la top ten dei libri più venduti nei primi sei mesi dell’anno «fatta di un mix di novità, long seller e generi molto diversi tra loro, testimonia – commentano gli editori – la vitalità e l’importanza delle scelte editoriali nella selezione dei titoli da pubblicare e promuovere».

Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

Parliamone ;-)