A novembre tornano a salire le vendite al dettaglio, che segnano un aumento in valore dell’1,1% rispetto al  mese di ottobre e dell’1,4% rispetto a novembre 2016. Nel dettaglio, evidenziano i dati diffusi oggi dall’Istat, novembre 2017 fa registrare una crescita delle vendite al dettaglio, rispetto al mese precedente, dell’1,1% in valore e dello 0,8% in volume, con aumenti sia per i beni alimentari che per quelli non alimentari. Nel confronto con il mese di novembre 2016, le vendite al dettaglio crescono dell’1,4% in valore e dello 0,6% in volume.

Nello stesso periodo le vendite di prodotti alimentari aumentano del 2,0% in valore, (restano invariate in volume), mentre quelle di prodotti non alimentari crescono sia in valore che in volume (rispettivamente, +1,1% e +0,8%). Riguardo alla distribuzione per tipologia di negozi, il confronto sul 2016 evidenzia che le vendite al dettaglio aumentano del 2,6% nella grande distribuzione e dello 0,2% nelle imprese operanti su piccole superfici.

Dati molto positivi, anche se dopo quelli pessimi di ottobre potrebbe trattarsi solo di un rimbalzo tecnico. Vedremo, quindi, l’andamento nei prossimi mesi – commenta di fronte al quadro tracciato dall’Istat il presidente dell’Unione Nazionale Consumatori Massimiliano Dona – In ogni caso ora non possiamo che esprimere un giudizio ottimo, visto che salgono sia le vendite in volume che in valore, sia per la grande distribuzione che per i piccoli negozi, sia le non alimentari che le alimentari, con la sola eccezione di quelle in volume su base annua, che restano stazionarie”.

Secondo Coldiretti, a trainare la ripresa del commercio al dettaglio è l’effetto Natale, con quasi un italiano su quattro (23%) che quest’anno ha anticipato le spese delle feste nel mese di novembre.

Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

Parliamone ;-)