La valigia da imbarcare è più pesante dei limiti consentiti dalla compagnia aerea? Ecco allora alcuni passeggeri fantasiosi pronti a indossare tutti i capi di abbigliamento in eccesso, al fine di porre rimedio al problema e riuscire ad imbarcare il proprio bagaglio senza costi aggiuntivi. A chi non è capitato almeno una volta di assistere a una scena del genere in aeroporto in particolare per i voli Ryanair? La low cost irlandese negli ultimi tempi ha avuto i riflettori puntati addosso dai media per diverse questioni, dagli scioperi proclamati dal personale di volo e i relativi disagi procurati alle migliaia di passeggeri che avevano acquistato un volo Ryan, alle modifiche della policy sui bagagli a mano.

All’inizio del 2018 il vettore aereo infatti, ha inaugurato una nuova policy sui bagagli introducendo “l’imbarco prioritario” necessario per poter portare a bordo degli aerei Ryan un bagaglio a mano, insieme a una borsa o a uno zainetto piccoli. Senza la prenotazione “priority” infatti, il bagaglio a mano può essere imbarcato nella stiva, senza costi per il passeggero.

È notizia recente che dal primo novembre prossimo la compagnia non consentirà più l’imbarco gratuito di un secondo bagaglio a mano, ma sarà necessario corrispondere una somma dagli 8 ai 10 euro per poter continuare a usufruire di tale servizio, altrimenti il trolley verrà imbarcato in stiva.

Dal 1° novembre in sostanza, si potrà viaggiare con la low cost irlandese portando a bordo solo una borsa o zaino di piccole dimensioni (40x20x25 centimetri) da posizionare sotto il proprio sedile, rinunciando a bagagli più voluminosi e pesanti, che fino a ora potevano essere portati gratuitamente in stiva purché non superassero i dieci chilogrammi consentiti dalla compagnia. Per il secondo bagaglio sarà quindi necessario pagare un sovrapprezzo di 8 o 10 euro o un biglietto con imbarco prioritario, al costo di 6 euro.

Ma cosa è possibile portare con sé quando si viaggia in aereo?  Per prima cosa è bene sapere che sul sito dell’ENAC– Ente Nazionale dell’Aviazione Civile, nella sezione “cosa portare a bordo”, è possibile consultare tutte le normative vigenti nel nostro territorio in linea con i regolamenti UE in materia di trasporto bagagli sugli aerei.

Per il bagaglio a mano, le normative europee e i regolamenti dei singoli vettori prevedono che il bagaglio non superi la misura complessiva di 115 cm – di solito 55x40x20 cm – e abbia un peso compreso tra gli 8 e i 10 chili, mentre in caso di dimensioni superiori a quelle indicate prevedono l’imbarco in stiva a fronte di surplus rispetto al biglietto aereo acquistato.

Per evitare spiacevoli sorprese ai controlli il giorno della partenza è consigliabile verificare prima di effettuare l’acquisto le condizioni applicate dalla compagnia o eventuali variazioni applicate. Di fatto ciascuna compagnia aerea applica una propria policy sulle condizioni di imbarco dei bagagli a mano o in stiva pertanto conoscere le condizioni contrattuali prima della prenotazione può facilitare anche la scelta del vettore aereo. Ricordiamo inoltre di tenere in considerazione dei limiti previsti per l’imbarco dei LAG (Liquidi, Aerosol e Gel) come bagaglio a mano che è possibile verificare sul sito dell’ENAC. Sperando di avervi fornito delle informazioni utili vi auguriamo buon viaggio.

Di Claudia Ciriello

Scrive per noi

Elena Leoparco
Elena Leoparco
Non sono una nativa digitale ma ho imparato in fretta. Social e tendenze online non smettono mai di stuzzicare la mia curiosità, con un occhio sempre vigile su rischi e pericoli che possono nascondersi nella rete. Una laurea in comunicazione e una in cooperazione internazionale sono la base della mia formazione. Help Consumatori è "casa mia" fin dal praticantato da giornalista, iniziato nel lontano 2012.

Parliamone ;-)