Dopo il successo del 2018, riprendono le tappe di “Giochi di inOrto” della Fondazione Bonduelle. Un progetto educativo e ludico, pensato per sensibilizzare i bambini sull’importanza del consumo di verdura e frutta – nel quadro di un’alimentazione sana ed equilibrata – attraverso attività mirate alla scoperta del gusto di non sprecare cibo e risorse. Giochi di inOrto è un progetto ideato in Italia dalla Fondazione Bonduelle che dal 2012 vede protagonisti i bambini tra i 5 e i 12 anni.

L’evento si compone di 30 grandi caselle colorate che segnalano il percorso da seguire per raggiungere la meta: la creazione, passo dopo passo, di un vero e proprio orto. Accanto alle attività di preparazione del terreno, semina, cura e raccolta delle piantine, i piccoli concorrenti – divisi in squadre e guidati dagli animatori – vengono coinvolti in giochi interattivi che hanno lo scopo di insegnare a bambini e genitori a rivalutare elementi altrimenti considerati scarti di nessun valore quali, ad esempio, le foglie delle zucchine in cottura o gli avanzi di frutta e verdura per la preparazione del compost, insegnando così l’importanza delle proprie azioni in ambito alimentare. Insomma, un’occasione per sensibilizzare i più piccoli a mangiare le verdure e a un consumo consapevole.

Siamo molto soddisfatti dei risultati raggiunti nel 2018. Abbiamo ricevuto ottimi feedback e tutti i partecipanti hanno dimostrato entusiasmo e spirito di partecipazione”, afferma Federica Barabino, Responsabile della Louis Bonduelle Foundation per l’Italia.

Stiamo già programmando le prossime tappe in diverse città come Milano, Torino, Parma, Firenze e Verona consci del fatto che se riusciamo ad insegnare ai bambini a condurre una vita sana e sostenibile, avremo anche adulti più responsabili ed attenti all’ambiente”.

Negli ultimi mesi dello scorso anno la Fondazione ha organizzato 3 eventi a Crema, Morbegno e Mantova dove hanno partecipato più di 100 bambini con le loro famiglie. L’obiettivo nel 2019 è quello di coinvolgere ancora più bambini organizzando le tappe in diverse regioni italiane.

Il 2019 vedrà la Fondazione Bonduelle protagonista di nuove tappe in diverse regioni come Lombardia, Piemonte, Veneto, Toscana ed Emilia-Romagna con l’obiettivo di coinvolgere un maggior numero di bambini e le loro famiglie.

Scrive per noi

Elena Leoparco
Elena Leoparco
Non sono una nativa digitale ma ho imparato in fretta. Social e tendenze online non smettono mai di stuzzicare la mia curiosità, con un occhio sempre vigile su rischi e pericoli che possono nascondersi nella rete. Una laurea in comunicazione e una in cooperazione internazionale sono la base della mia formazione. Help Consumatori è "casa mia" fin dal praticantato da giornalista, iniziato nel lontano 2012.

Parliamone ;-)