“Sul cucuzzolo della montagna, con la neve alta così. Per la valle noi scenderemo, con ai piedi un paio di sci”. Cantava così un giovane Edoardo Vianello agli inizi degli anni Sessanta, sottolineando che gli italiani, oltre ad essere amanti del mare, non disdegnano affatto la montagna e i suoi paesaggi innevati. A distanza di anni, questo interesse è rimasto immutato e, a pochi giorni dall’inizio delle vacanze natalizie, i dati raccolti da una ricerca di Confesercenti SWG, sembrano confermarlo. Sono infatti 16,6 milioni gli italiani che si stanno preparando alla pausa invernale “con la valigia in mano”. Secondo il sondaggio, il 29% degli intervistati preferirà trascorrere le vacanze in montagna (+6% rispetto al 2016), una scelta classica per le vacanze invernali, soprattutto per gli appassionati degli sport sulla neve.

In parallelo, crescono anche i comparti di vendita legati alla villeggiatura in montagna: tutto ciò che riguarda la neve, nel settore e-commerce, riscuote un’attenzione del 164,4% in più rispetto allo scorso anno. Lo ha sottolineato idealo – il portale internazionale per la comparazione prezzi online – che ha analizzato le tendenze e le abitudini degli amanti della montagna che si apprestano a partire e che si muovono online per valutare prodotti e fare acquisti.

Dai dati analizzati emerge anche un’indicazione sulle attività preferite da fare sulla neve: lo sport che appassiona di più è il classico sci, perfetto a tutte le età (per il 29% delle intenzioni di acquisto manifestate online). Lo snowboard attrae una nicchia più piccola di appassionati (2,5% delle intenzioni di acquisto), per lo più giovani; pochi dati emergono, invece, per quanto concerne lo sci di fondo o altre attività, come il pattinaggio ad esempio (per l’1,5% delle intenzioni di acquisto).

Gli amanti della montagna che si muovono online si concentrano in particolar modo sulle attrezzature e sulle relative possibilità di risparmio. Se per il 21,1% degli internauti è importante valutare l’abbigliamento e per il 15,4% quello che serve per la sicurezza e il comfort (come caschi, protezioni o maschere), il 63,5% raccoglie informazioni, valuta i prezzi e va alla ricerca delle caratteristiche di tutte le attrezzature disponibili (tra sci, tavole da snowboard, attacchi, scarponi e molto altro).

Pensando a un ipotetico “kit dei desideri” per lo sciatore (o lo snowboarder) provetto, in questo particolare periodo dell’anno e fino a fine stagione, il prezzo per un set composto dall’attrezzatura più gettonata oggi è, in media, intorno ai 1.600 euro per quanto riguarda lo sci, e intorno ai 1.150 euro per quanto riguarda lo snowboard (più bassi i prezzi per i kit per gli amanti dello sci di fondo e per chi preferisce altre attività, ad esempio, lo slittino o i pattini).

Il costo medio per un kit completo è piuttosto alto ma online è possibile comunque trovare dei momenti da qui a fine stagione, durante i quali si può risparmiare, in particolar modo su alcune categorie, secondo quanto registrato lo scorso anno relativamente all’andamento dei prezzi. Escludendo la possibilità di fare acquisti di questo tipo nei giorni che precedono il Natale, tra la fine di dicembre e l’inizio di gennaio è possibile notare un generico calo dei prezzi, ad esempio, per alcuni modelli di sci e per i caschi. Rispetto al prezzo dello scorso anno è possibile ottenere un ipotetico risparmio massimo compreso tra il 19,9 e il 24,2%.

A rivolgersi all’e-commerce per fare acquisti in vista della vacanza on montagna sono soprattutto uomini (per il 78,1%, rispetto al 21,9% delle donne) con un’età media compresa tra i 35 e i 54 anni (per il 66% dei casi). Meno interessati, per possibilità di spesa o per attitudine, gli utenti sotto i 24 anni (con il 20,2% sul totale degli uomini interessati) e quelli sopra i 54 (con il 13,9%). Tra le donne, invece, la fascia di età più coinvolta dagli sport ad alta quota va dai 35 ai 44 anni (per il 45,8%, quasi la metà del totale delle donne interessate).

Scrive per noi

Elena Leoparco
Elena Leoparco
Non sono una nativa digitale ma ho imparato in fretta. Social e tendenze online non smettono mai di stuzzicare la mia curiosità, con un occhio sempre vigile su rischi e pericoli che possono nascondersi nella rete. Una laurea in comunicazione e una in cooperazione internazionale sono la base della mia formazione. Help Consumatori è "casa mia" fin dal praticantato da giornalista, iniziato nel lontano 2012.

Parliamone ;-)