Nel mese di settembre, aumenta il livello di fiducia degli italiani che si manifesta con una maggiore propensione al consumo. Lo rileva l’Osservatorio Findomestic che, in collaborazione con Doxa, evidenzia un miglioramento della soddisfazione nei confronti sia della situazione del Paese che di quella personale. I valori del sentiment sono infatti passati rispettivamente da 3,59 a 3,80 e da 4,67 a 4,86 su una scala da 1 a 10. Nonostante le valutazioni restino ampiamente al di sotto della sufficienza, l’interruzione del trend negativo che perdurava da mesi lascia intravedere prospettive favorevoli. La conferma arriva dal netto miglioramento degli indici delle intenzioni d’acquisto riguardanti tutti i principali settori di mercato.

Unica eccezione è il comparto ‘viaggi e vacanze’, calato del 5% rispetto al mese di agosto non soltanto per il fisiologico “fine estate”, ma anche per l’“effetto Ryanair”: la compagnia aerea sta continuando a cancellare centinaia di voli influendo, così, sulla propensione a viaggiare degli italiani.

Nel capitolo ‘veicoli’ dell’indagine di Findomestic si dimostrano in crescita le intenzioni di acquisto di auto nuove: la quota è aumentata dello 0,6% nell’ultimo mese (da 12,9% a 13,5%) e del 2,3% nel giro di un anno. Positivi anche i dati mensili relativi all’acquisto di auto usate (+0,6%) e di motocicli e scooter (+0,4%).

Vero e proprio boom per il comparto casa. Sul fronte ‘casa/arredamento’ sono in netto aumento tutte le voci: rispetto a maggio s’impenna la quota (+2,2%) degli intenzionati ad acquistare una nuova abitazione; crescono anche le percentuali di chi vorrebbe ristrutturare casa (+1,9%) e acquistare una nuova abitazione (+0.4%).

Nuovi smartphone in arrivo per un italiano su quattro. Con un incremento del 2,1% in un solo mese, gli smartphone toccano così un nuovo record: il 27,6% degli interpellati da Findomestic è pronto a fare acquisti nel comparto telefonia entro i prossimi tre mesi. La spesa media prevista è di 356 euro. Nel comparto ‘tecnologia’ crescono anche pc e accessori (+0,7%), tablet e e-book (+1%) e video e fotocamere (+0,9%).

Continua l’andamento positivo per gli elettrodomestici. Rispetto ad agosto crescono soprattutto le intenzioni di acquisto dei grandi elettrodomestici (+1,1%); crescita più contenuta per i piccoli elettrodomestici (+0,5%) e l’elettronica di consumo (+0,6%). A livello tendenziale spicca la forte crescita dei piccoli elettrodomestici: +4,7% su base annua.

Andamento altalenante per il settore ‘efficienza energetica’: stabili o in lieve crescita le intenzioni di acquisto di impianti fotovoltaici, solari e di stufe a pellet/caldaie a risparmio energetico rispetto al mese scorso, in calo invece rispetto a settembre 2016. Solo per gli infissi/serramenti si registra una crescita sia a livello tendenziale (+1,9%) che congiunturale (+1,3%).

Frena invece nel mese di settembre il comparto ‘tempo libero’, ma solo a livello congiunturale con il già citato crollo del segmento viaggi (4,9% rispetto ad agosto) a destare scalpore. Rispetto allo stesso periodo del 2016 tutte le voci hanno comunque registrato performance migliori, soprattutto attrezzature e abbigliamento sportivi (+3%) e ‘attrezzature fai da te’ (+2,5%).

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)