Berlino e Vienna sono le mete più gettonate per i giovani tra i 18 e i 35 anni per le vacanze pasquali: lo rileva il Cts, Centro turistico studentesco. Seguono Parigi, Londra, Praga, Barcellona. Londra è anche la città più richiesta per i corsi di lingua e per il programma Work&Travel. Nelle capitali europee la spesa media per un week end di due notti e tre giorni parte da 240 euro in bed and breakfast compreso di volo low cost. Molti hanno giocato di anticipo effettuando le prenotazioni almeno tre mesi prima cogliendo al volo le diverse promozioni. Il target compreso tra i 35 e i 50 anni sceglie mete decisamente più lontane. Le più richieste sono USA, Messico, Thailandia, Cina e India. La spesa media per questo periodo comprensiva di tour a destinazione e volo a/r dall’Italia passa dai 1.250 euro negli USA ai 1.550 euro in Messico; dai 1.250 euro in India e Cina ai 1.000 euro in Thailandia.
Per gli italiani che invece restano entro i confini le destinazioni più richieste sono le città d’arte: Venezia, Firenze, Roma e Napoli dove un week end di due notti può costare a partire da 100 euro a persona solo pernottamento e prima colazione.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Marco Fratoddi, giornalista professionista e formatore, insegna Scrittura giornalistica al Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Cassino dove ha centrato il proprio corso sulla semiotica della notizia ambientale e le applicazioni giornalistiche dei nuovi media. È direttore responsabile del periodico culturale "Sapereambiente", ha contribuito a fondare la “Federazione italiana media ambientali” di cui è divenuto segretario generale nel 2014. Collabora con il Movimento difesa del cittadino come caporedattore del progetto "Io scrivo originale" per l'educazione alla legalità nelle scuole della Campania, partecipa come direttore artistico all'organizzazione del Festival della virtù civica di Casale Monferrato (Al). E' stato Direttore editoriale dell’Istituto per l’ambiente e l’educazione Scholé futuro-Weec network di Torino, ha diretto dal 2005 all’ottobre 2016 “La Nuova Ecologia”, il mensile di Legambiente, dove si è occupato a lungo di educazione ambientale e associazionismo di bambini. Fa parte di “Stati generali dell’innovazione” dove segue in particolare le tematiche ambientali e le attività di comunicazione. Fra le sue pubblicazioni: Salto di medium. Dinamiche della comunicazione urbana nella tarda modernità (in “L’arte dello spettatore”, Franco Angeli, 2008), Bolletta zero (Editori riuniti, 2012), A-Ambiente (in Alfabeto Grillo, Mimesis, 2014).

Parliamone ;-)