C’è ancora una festa da fare, che quest’anno chiude il super ponte o quantomeno la successione di giorni festivi e lavorativi che a molti ha permesso di concedersi un po’ di vacanza, con qualche super fortunato che ha agganciato ferie da Pasqua al primo maggio. È appunto la Festa dei Lavoratori, che vedrà circa 8,1 milioni di italiani in viaggio, in grande maggioranza proprio in occasione di questa giornata. Secondo i dati diffusi da Federalberghi, che già qualche giorno fa aveva esaminato il movimento turistico dei connazionali per i ponti di primavera, 6 milioni (il 65,9%) concentreranno la vacanza sul ponte del 1° maggio. Altri 1,6 milioni (il 17,6%) avranno iniziato la vacanza a Pasqua e 500 mila (il 5,5%) includeranno nel soggiorno 1° maggio e 25 aprile.

Chi rimane in Italia, oltre nove su dieci per il primo maggio, preferisce mare e città d’arte, mentre all’estero la metà dei turisti sceglie di visitare le grandi capitali europee. Nel dettaglio, secondo la rilevazione Federalberghi – ACS Marketing Solutions, il 91,4% degli intervistati sceglierà l’Italia (vs il 92,3% del 2018), l’8,3% sceglierà una località estera (contro il 6,7% dello scorso anno) e un marginale 0,3% è ancora indeciso. Le mete preferite per i viaggiatori che resteranno in Italia saranno le località di mare (41,2%), le città d’arte (25,5%), la montagna (11,5%) e, a seguire le località termali, i laghi e le crociere. Tra coloro che invece si recheranno all’estero, il 50,5% sceglierà le grandi capitali europee, seguite dalle località marine in generale (19,2%), dalla montagna (14,2%) e dalle grandi capitali extraeuropee (13,7%).

Quanto si spende per la vacanza? In media 333 euro a persona se si rimane in Italia, 660 euro all’estero, per una vacanza di oltre tre notti. L’alloggio scelto è al primo posto la casa di parenti e amici (27,8% vs il 32,9% del 2018); segue a stretto giro l’albergo con un 24,4%, i bed & breakfast (14,9%) e le case di proprietà (14,4%).

Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

Parliamone ;-)