Il 2017 si è chiuso con un bilancio in crescita per le richieste di prestiti da parte delle famiglie – un aumento complessivo dell’1,9% rispetto al 2016 – e con l’ulteriore aumento dell’importo medio dei prestiti richiesti, che arriva al record di 9.050 euro, la cifra più alta da quando CRIF ha iniziato a monitorare il comparto. I dati del Barometro CRIF diffusi oggi evidenziano l’andamento in crescita delle richieste di prestiti da parte delle famiglie, più marcato per i prestiti personali, un po’ meno per quelli finalizzati.

Il 2017 si chiude con un aumento del 9,3% per le richieste di prestiti da parte degli italiani (nell’aggregato di prestiti personali e prestiti finalizzati), che complessivamente fanno segnare un +1,9% rispetto al 2016. “Si tratta – spiegano gli analisti – dell’ennesima conferma della vivacità del comparto, che giova del progressivo miglioramento della situazione economico-finanziaria delle famiglie, anche se è necessario evidenziare la presenza di due tendenze contrapposte: da un lato i prestiti personali continuano la performance costantemente positiva da inizio anno, registrando un +18,7% a dicembre che porta a una crescita complessiva del +5,4% su base annua; dall’altro, i prestiti finalizzati a dicembre fanno segnare un incremento del +4,7% che però non risulta sufficiente a evitare un leggero saldo negativo a livello di intero 2017, pari a -0,8% nel confronto con il 2016”.

A dicembre è salito l’importo medio dei prestiti richiesti, che nell’insieme dei prestiti personali e finalizzati si è portato a 8.100 euro, con un aumento del 5,8% rispetto a dicembre 2016. Complessivamente il 2017 ha fatto registrare il valore medio più alto da quando CRIF ha iniziato a monitorare il comparto, pari a 9.050 euro. Entrando maggiormente nel dettaglio, relativamente ai prestiti finalizzati nel 2017 l’importo medio richiesto è stato pari a 5.954 euro, in crescita del +11,1% rispetto al 2016. Questo dato è probabilmente dovuto anche alla maggiore incidenza dei prestiti finalizzati auto, che per loro natura hanno importi superiori alle altre tipologie di beni finanziati. Anche i prestiti personali registrano un incremento dell’importo medio richiesto, seppur più contenuto (+3,6%), che si attesta a 12.961 euro.

In quanto tempo viene rimborsato un prestito? L’analisi di CRIF sulla distribuzione per classe di durata dice che nel 2017 la classe superiore ai 5 anni è quella in cui si concentrano le preferenze degli italiani, con una quota pari al 24,9% del totale (+2,1 punti percentuali rispetto al 2016). Al contrario si evidenzia una nuova contrazione dell’incidenza della classe di durata inferiore ai 12 mesi, che passa dal 18,7% al 16,5% del totale, in continuo calo nelle ultime rilevazioni. “Per quanto riguarda i prestiti finalizzati, le richieste si sono concentrate per il 27,2% nella fascia di durata inferiore ai 12 mesi (seppur a fronte di un calo di -3,3 punti percentuali rispetto allo stesso periodo del 2016), mentre le richieste di prestiti personali si stanno convogliando sempre di più nella fascia di durata superiore ai 5 anni, con una incidenza del 44,0% sul totale (+1,8 punti percentuali) – spiegano da CRIF – Questa dinamica conferma la consolidata tendenza a orientare la preferenza verso quei piani di rimborso che consentono di tenere più leggera la rata mensile”.

Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

Parliamone ;-)