“Un Internet migliore inizia da te!”. È questo il tema che quest’anno accompagnerà le tante manifestazioni che si svolgeranno in occasione della XV edizione del “Safer Internet Day”, la giornata internazionale istituita e promossa dall’Unione Europea, in linea con le raccomandazioni contenute nell’Agenda digitale per l’Europa. Internet permea la vita di bambini, adolescenti e delle loro famiglie, incidendo significativamente sulle abitudini e sulle relazioni. Per i ragazzi di oggi, gli spazi e gli strumenti della Rete -Web, Chat, Social Network, Instant Messaging – sono parte integrante dei processi comunicativi, di socializzazione, di conoscenza, della creazione di un’immagine di sé, di creatività ed espressione.

La Rete costituisce un’opportunità sotto diversi aspetti, ma allo stesso tempo si configura come un terreno fertile per rischi e pericoli, quali: adescamento online, espressione della sessualità tramite Web, produzione e fruizione di contenuti violenti, inadeguati e lesivi, violazione della privacy.

6 ragazzi su 10, tra i 12 e i 18 anni, dicono di aver vissuto un’esperienza spiacevole nello streaming live, e nonostante ciò continuano ad usare e far entrare nella propria sfera di relazioni, device e social e con essi altri rischi online.

In questo contesto è prioritario promuovere una nuova cultura dell’online e strumenti innovativi per garantire a bambini e adolescenti la possibilità di esprimersi in sicurezza. Telefono Azzurro, alla luce dell’esperienza trentennale, ritiene cruciale il coinvolgimento attivo dei veri protagonisti di questo processo: i ragazzi.

Appuntamento centrale del SID 2018 sarà quello al Teatro Brancaccio di Roma: l’evento organizzato dalla Direzione generale per lo studente, si svolgerà alla presenza di circa 500 studenti e dei rappresentanti di Aziende, Associazioni e Istituzioni partecipanti all’Advisory Board di “Generazioni Connesse”.

In concomitanza con il SID, anche quest’anno, si terrà la giornata nazionale contro il bullismo e il cyberbullismo denominata “Un Nodo Blu – le scuole unite contro il bullismo”, lanciata lo scorso anno. Per l’occasione tutte le scuole di ogni ordine e grado, sono invitate ad organizzare, eventi e/o attività di formazione e informazione destinate agli alunni e alle famiglie, al fine di favorire una maggiore conoscenza delle tematiche per la prevenzione del bullismo e del cyberbullismo a scuola.

Nel corso della settimana della sicurezza in rete il Miur collaborerà con altri partner istituzionali e associativi che si occupano del tema della sicurezza in Rete, partecipando alle diverse iniziative.

Intanto oggi, a Milano, a Palazzo Marino, si è tenuto un evento, organizzato da Telefono Azzurro, che ha visto protagonisti i ragazzi in un confronto – agevolato da opinion leader ed influencer – con esperti del mondo accademico sulle tematiche del Web, dei suoi rischi ed opportunità. Da qui l’hashtag #KIDS4SID.

La riflessione di oggi, generata da e con i ragazzi – i principali fruitori della Rete – sarà approfondita domani a Roma, dove si terrà l’evento al quale si è scelto di associare, in questo caso, l’hashtag #SID4KIDS. Una prospettiva capovolta, dal taglio più istituzionale, attraverso la quale le istanze dei ragazzi e le loro riflessioni verranno accolte da esperti e stakeholder di riconosciuto rilievo, afferenti al panorama nazionale e internazionale del mondo istituzionale, accademico ed aziendale.

I due eventi di Telefono Azzurro rappresentano una preziosa occasione di incontro tra i leader di oggi e quelli di domani, uniti nell’obiettivo e nell’impegno congiunto di costruire un nuovo concept della Rete.

Sempre oggi a Milano, verrà rilanciata la “Carta di Milano per la dignità dei bambini e degli adolescenti nel mondo digitale”, un documento che mira a far assumere impegni precisi alle aziende in relazione alla tutela della sicurezza in rete di bambini e adolescenti come diritto umano.

La firma della Carta è un atto che coinvolgerà tutti gli attori presenti al convegno nella speranza che si radichi nel aziendale partendo dalla città di Milano, sempre più all’avanguardia e attenta alla difesa dei più piccoli nell’ambito di una tematica così delicata e complessa. Questa adesione alla Carta è ovviamente una spinta alla promozione dei valori della CSR in sinergia con la realizzazione degli Obiettivi per uno Sviluppo Sostenibile promossi dalle Nazioni Unite.

Scrive per noi

Elena Leoparco
Elena Leoparco
Non sono una nativa digitale ma ho imparato in fretta. Social e tendenze online non smettono mai di stuzzicare la mia curiosità, con un occhio sempre vigile su rischi e pericoli che possono nascondersi nella rete. Una laurea in comunicazione e una in cooperazione internazionale sono la base della mia formazione. Help Consumatori è "casa mia" fin dal praticantato da giornalista, iniziato nel lontano 2012.

Parliamone ;-)