Arriva il bollettino di conto corrente postale da usare per il pagamento della Tasi: oltre al modello F24, si potranno usare anche bollettini prestampati per il pagamento della tassa. La semplificazione per i cittadini sembra però solo apparente: il modello di bollettino, pubblicato ieri sulla Gazzetta Ufficiale e che ora dovrà essere stampato e reso disponibile gratuitamente da Poste Italiane presso gli uffici postali, è infatti un modello in bianco, valido per ogni Comune, che “può” (e non “deve”) inviare ai cittadini i bollettini di conto corrente già prestampati. Il che significa che in molti casi saranno i cittadini a dover calcolare quanto pagare.
Nell’attesa che arrivi il decreto che fissa la data di pagamento della Tasi per i Comuni che non hanno ancora deliberato sull’aliquota da applicare, è stato infatti pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto del Ministero dell’economia e delle Finanze di approvazione del bollettino di conto corrente postale per il versamento del tributo sui servizi indivisibili con il relativo facsimile del modello. E all’articolo 5, comma 1, si legge: “Il comune può inviare ai soggetti interessati i bollettini di conto corrente postale, prestampati negli spazi appositamente previsti, sia nel corpo del bollettino che nella zona di lettura ottica”. “Può”, appunto: il che significa che in molti casi starà al singolo cittadino calcolare e compilare il modello di pagamento, sia questo il bollettino di conto corrente postale o il modello F24.
Nel decreto si legge che “il contribuente può effettuare il versamento della TASI presso gli Uffici Postali ovvero tramite servizio telematico gestito da Poste Italiane S.p.A.; in tale ultimo caso, il contribuente riceve la conferma dell’avvenuta operazione con le modalità previste per il Servizio di collegamento telematico. Unitamente alla conferma di avvenuta operazione, il contribuente riceve l’immagine virtuale del bollettino conforme al modello ovvero una comunicazione in formato testo contenente tutti i dati identificativi del bollettino e del bollo virtuale di accettazione. L’immagine virtuale del bollettino o la comunicazione in   formato   testo costituisce la prova del pagamento e del giorno in cui esso è stato eseguito”.
Si tratta di un modello base. Il decreto spiega infatti che “il modello di bollettino di conto corrente postale riporta obbligatoriamente il seguente numero di conto corrente: 1017381649, valido indistintamente per tutti i comuni del territorio nazionale. Su tale conto corrente non è ammessa l’effettuazione di versamenti tramite bonifico. Il conto corrente postale per il versamento del tributo per i servizi indivisibili è obbligatoriamente intestato a «PAGAMENTO TASI»”.
Poste Italiane dovrà far stampare a proprie spese i bollettini e renderli disponibili gratuitamente nei propri uffici postali.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

1 thought on “Tasi, arriva il bollettino di conto corrente (standard per tutti i Comuni)

  1. Era ora che almeno semplificassero il pagamento delle tasse. Infatti molti contribuenti anziani NON capaci di usare i mezzi telematici e con difficoltà visive trovavano molte difficoltà ad eseguire i versamenti.

Parliamone ;-)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: