Quest’anno quasi il 10% della tredicesima sarà impiegata per visite mediche e prestazioni sanitarie che durante l’anno sono state rimandate. L’89% dell’importo in arrivo per lavoratori e pensionati – circa 36,4 miliardi di euro in tutto – se ne andrà per mutui e bollette, tasse varie, rc auto e visite mediche. A dirlo è una indagine di Federconsumatori, che sottolinea come l’arrivo della tredicesima sia un “sospiro di sollievo” per le famiglie in vista di tutte le scadenze di fine anno e del Natale. Ma per regali, pranzi, cenoni e viaggi rimarrà solo l’11% circa delle tredicesime (poco più di 4 miliardi) perché il resto servirà a coprire altre voci.

“Gran parte di tali importi, infatti, saranno erosi dalle spese per rate di prestiti, mutui, premi assicurativi, tasse, bollette – dice Federconsumatori – Inoltre, registriamo una nuova tendenza rispetto al passato: alla luce delle lunghe liste di attesa della sanità pubblica e dei costi crescenti per delle visite mediche, sono molte le famiglie che rimandano a questo momento dell’anno controlli, visite specialistiche e appuntamenti con il dentista, alla luce della maggiore disponibilità economica”.

Secondo l’Osservatorio nazionale Federconsumatori circa 3,65 miliardi di euro, pari al 9,8% degli incassi relativi alle tredicesime, sarà destinato a visite e prestazioni mediche, o comunque attinenti all’ambito sanitario. L’incidenza maggiore sulle tredicesime è per il pagamento di rate di prestiti e mutui, pari complessivamente a 8,4 miliardi di euro (il 23,1% dell’importo complessivo), seguono bollette e utenze (21,7% pari a 7,9 mld), tasse (19,8% pari a 7,2 mld) e rc auto (con il 14,6%). Per regali e feste di Natale rimarranno 4,01 miliardi di euro.

Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

1 thought on “Tredicesima, Federconsumatori: quasi il 10% se ne va in visite mediche

  1. Chi ha stabilito che il 10% andrà per visite mediche e mutui è un grande ottimista perché per quanto mi riguarda la mia tredicesima andrà speso,oltre che per la salute per aiutare figli e nipoti disoccupati al 100%, e non sono pochi quelli che la dovranno spendere in questo modo.

Parliamone ;-)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: